Giocare a lavoro aumenta la produttività

Potrà sembrare assurdo, ma non sarò certo io a metter in dubbio uno studio condotto dal National Center for Biotechnology Information, secondo il quale giocando ad un videogame durante le ore lavorative aumenterebbe la produttività. Incredibile vero? Dopo tutte le battaglie da parte dei dirigenti, per impedire ai dipendenti di giocare sul lavoro, arriva questa ricerca a metter in dubbio l’efficacia di tali provvedimenti. Vediamo nel dettaglio quanto scoperto.

Lo studio ha esaminato l’uso creativo di video e giochi per computer sul posto di lavoro (perlopiù si tratta ovviamente di giochi flash, come giochi bolle). In un sondaggio online, 833 impiegati e utenti di giochi online casual, hanno riferito informazioni sul loro uso di giochi per PC durante le ore lavorative. I dati indicano che giocare a lavoro comporta un’elevata esperienza di recupero, fattore che associato al gameplay era considerato uno dei predittivi per l’utilizzo di giochi sul posto di lavoro.

I dati indicano che giocare al computer nelle ore lavorative favorisce un più alto livello di “recovery experience”. Gli individui con elevati livelli di fatica derivante dal lavoro, riportano una maggiore tendenza al recupero durante il gioco e mostrano un’elevata tendenza a giocare ai videogame durante l’orario di lavoro rispetto alle persone con bassi livelli di tensione.

Inoltre la situazione sociale sul posto di lavoro è risultato avere un’influenza significativa sull’uso dei giochi. Le persone che ricevono meno sostegno sociale da parte dei colleghi e supervisori, giocano più frequentemente durante il lavoro di chi invece ha alti livelli di supporto sociale. Infine, il controllo sul lavoro è stato collegato positivamente all’uso dei giochi.

In sintesi, i risultati di questo studio dimostrano che i videogiochi hanno un notevole potenziale di recupero. La prima riflessione che sorge spontanea va però a chiamare in causa il “tempo perso giocando”, il quale sicuramente non viene in alcun modo recuperato. Per cui, perchè un gioco possa influire positivamente durante una giornata lavorativa, quanto tempo dovrebbe sottrarre alla normale routine operativa? Qual’è il limite oltre il quale diventa dannoso?

Sarebbe interessante approfondire. Voi cosa ne pensate?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.