Born to Fire: anteprima della Closed Beta

Da pochi giorni è online la Closed Beta di Born to Fire, un nuovo MMOFPS targato Aeria Games che cerca di farsi spazio all’interno di un mercato piuttosto competitivo e ricco di titoli di alta qualità. In questo caso però non troviamo uno sparatutto di nuova generazione, con un comparto tecnico all’avanguardia che punta tutto sulla grafica e funzionalità mai viste, quanto invece un gioco semplice fin dalla prima partita e adatto a tutti.

Cinque classi ben caratterizzate, quattro modalità di gioco ed un susseguirsi di scontri più o meno frenetici in grado di divertire sopratutto i giocatori affezionati alle dinamiche degli sparatutto classici, senza troppe funzionalità o dinamiche complesse da capire.

Anteprima di gioco

Inizialmente ti verrà chiesto di affrontare un breve tutorial, nel quale seguendo le istruzioni potrai provare tutte e cinque le classi con lo scopo di scoprire le loro abilità. In questo modo otterrai una cospicua ricompensa in oro che potrai spendere all’interno dello store per personalizzare l’aspetto dei tuoi soldati e migliorarne l’equipaggiamento, acquistando nuove armi primarie e secondarie, vestiti, accessori e così via. Potrai quindi accedere al lobby ed optare per una delle modalità di gioco esistenti: Bomb Mode, Deathmatch, Fun Mode e Siege. Di originale troviamo unicamente la “Fun Mode”, la quale presenta scenari nuovi e dinamiche inconsuete. Sarà possibile ad esempio giocare all’interno di un ring con i guantoni da boxe, oppure su una sorta di muro altissimo dove in fila indiana i membri delle due squadre dovranno sfidarsi armati di fucile e scudo antisommossa.

Per quanto riguarda invece le classi troviamo il classico Ranger veloce e preciso, lo Sniper con il suo fucile di precisione, l’Heavyfire con un mitragliatore molto potente ma allo stesso tempo impreciso, il Dual Gunner rappresentato da una ragazza capace non solo di combattere ma anche di curare i compagni, e infine il Point Man, ovvero un soldato super resistente dotato di uno scudo antisommossa in grado di proteggerlo significativamente dagli attacchi. Ovviamente ogni classe ha una determinata arma primaria e secondaria, oltre alle bombe e alle armi da mischia. Attraverso lo store e l’oro guadagnato giocando sarà poi possibile acquistare armi, equipaggiamenti ed elementi estetici per differenziarsi dagli altri giocatori.

Un classico FPS basato su classi e modalità di gioco perlopiù già collaudate, anche se comunque in grado di offrire qualcosa di originale grazie alla Fun Mode e ad alcune peculiarità che contraddistinguono i vari archetipi, come ad esempio lo scudo antisommossa del Point Man o la capacità dell’Heavyfire di incendiare il terreno utilizzando il tasto destro del mouse. Di certo non è un titolo capace di soddisfare i giocatori più esigenti in cerca di uno sparatutto articolato e tatticamente impegnativo, come ad esempio potrebbe essere PlanetSide 2 o Blacklight: Retribution.

Grafica

Il comparto grafico sembra appartenere ad un gioco un po’ datato, sopratutto per quanto riguarda il dettaglio delle texture poco curato e grossolano. I modelli poligonali sono tuttavia accettabili, così come gli effetti in combattimento e le esplosioni, gli scenari e gli innumerevoli elementi ambientali. A seconda della mappa potrai muoverti in zone sia all’aperto che al chiuso, in ambienti perlopiù urbani come all’interno di una città o di una metropolitana abbandonata. Nel complesso sono quasi tutti spazi abbastanza ridotti, con da una a tre vie differenti per passare dalla propria zona di respawn a quella degli avversari.

Le classi si differenziano non solo in base all’equipaggio ma anche fisicamente. Ogni archetipo viene infatti rappresentato da un personaggio differente, con un proprio portamento e voce dedicata. Potrai quindi utilizzare il rozzo Point Man lento ma robusto, il Ranger veloce e preciso, lo Sniper silenzioso ma letale, ognuno con i propri elementi estetici che potrai scegliere all’interno dello store. Questo ti permetterà di personalizzare personaggi fisicamente preimpostati, rendendoli unici almeno per quanto riguarda il vestiario.

Gameplay

Come giocabilità ricorda molto da vicino A.V.A, un FPS assai conosciuto dagli appassionati di sparatutto online. Si accomunano sopratutto per la ritmicità di gioco frenetica e senza sosta, dove in pochi minuti risulta del tutto normale morire ed uccidere decine di volte. Ci si muove all’interno di scenari che per loro natura favoriscono l’istinto e lasciano un po’ da parte la tattica e la strategia, mettendo a dura prova sopratutto i cecchini e lasciando maggior spazio agli amanti della mischia. E’ facile venir colti di sorpresa alle spalle, così come una granata può facilmente colpire un mucchio di giocatori all’interno di uno spazio ristretto, una piccola stanza o un container.

per chi ama il gioco di squadra lento e ponderato, questo gioco non è consigliato. Si presta molto bene invece agli appassionati di sparatutto puri e semplici, dove occorre soltanto saper sparare e muoversi velocemente, uccidere ed attendere lo scadere del tempo per far la conta dei morti. Poco tempo per la comunicazione e tanto per far fuoco, nessun momento morto e un continuo respawn da sfruttare per cambiare più volte classe e quindi stile di gioco durante ogni match.

Conclusioni

Born to Fire è un MMOFPS free to play come molti altri, tecnicamente sufficientemente ma per nulla entusiasmante. Graficamente parlando non si tratta certamente di un titolo all’avanguardia, mentre a livello di gameplay mostra alcune sottigliezze originali per poi lasciar spazio all’anima pura e semplice degli FPS. Non so quali saranno i cambiamenti che verranno effettuati da qui al rilascio ufficiale del gioco, ma quel che è certo è che entrerà a far parte di quel gruppo di sparatutto già piuttosto sovraffollato da titoli di cui è difficile distinguere le diversità, ma che allo stesso tempo viene apprezzato da molti giocatori in cerca di un passatempo frenetico, intuitivo e sopratutto immediato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono gli sparatutto?
Hai già provato

S.K.I.L.L. 2?

S.K.I.L.L. - Special Force 2 è uno sparatutto militare completamente tradotto e doppiato in italiano, un titolo intuitivo e immediato che permette di lanciarsi sul campo di battaglia armati fino ai denti.