Rise of Incarnates: anteprima del nuovo picchiaduro F2P

Per chi ancora non lo sapesse, Rise of Incarnates è stato finalmente lanciato su Steam e anche se si tratta di una versione “Early Access” è possibile giocarci gratuitamente. Proprio così, anziché mettere in vendita l’accesso anticipato come fanno praticamente tutte le società di sviluppo, Bandai Namco ha pensato di offrire a tutti la possibilità di testare il gioco e rilasciare eventuali feedback.

In questo nuovo gioco d’azione free to play, rigorosamente tradotto in italiano, troviamo meccaniche tipiche dei giochi picchiaduro per console. Si tratta di un titolo unico nel mercato F2P, capace di offrire un’esperienza originale e di alta qualità.

Anteprima di gioco

Personaggi Rise of Incarnates

Dopo il breve ma intrigante video introduttivo verrai catapultato direttamente sul campo di battaglia, dove grazie al tutorial potrai apprendere le basi del gameplay. Consiglio a chiunque di seguire con attenzione questa prima fase di allenamento, in quanto ritengo sia molto utile per scoprire tutte le funzionalità offerte dal sistema di combattimento. Ci sono infatti attacchi semplici e combo più complesse, mosse speciali da utilizzare in mischia o dalla distanza, attacchi combinati che possono essere sferrati insieme al proprio compagno di squadra e molto altro ancora. Per fortuna tutte le spiegazioni, così come i menù e ogni altra parte del gioco, sono state tradotte in italiano e permettono di comprendere ogni suggerimento senza troppa difficoltà. Completato il tutorial otterrai un prezioso regalo, ovvero la possibilità di utilizzare per 24 ore tutti i personaggi senza alcuna limitazione. Potrai pertanto provarli uno a uno, sul campo di addestramento e nelle competizioni ufficiali.

Al momento sono stati presentati ben otto personaggi caratterizzati da sembianze, abilità e stili di combattimento unici: Lilith, Mephistopheles, Grim Reaper, Brynhildr, Fenrir, Ares, Odin e Ra. Ho avuto modo di provarli tutti e devo dire che sono davvero fantastici. Fenrir, ad esempio, è una sorta di soldato che può trasformarsi in un enorme lupo di colore blu, dotato di poteri unici e attacchi speciali devastanti. Ra invece può assumere diverse forme: falco, scarabeo e ariete, il che gli permette di utilizzare una marea di attacchi e combo differenti. Odin, anziché combattere in prima persona, si lancia sul campo di battaglia pilotando un grande mech dalle sembianze simili a quelle di un ragno meccanico. Può attaccare con missili e proiettili, devastando il nemico con mosse speciali davvero esplosive.

Regole Rise of Incarnates

Le modalità di gioco attualmente disponibili sono le seguenti: Classificata (singolo o in squadra 2vs2), Personalizzata, Battaglia vs Bot e Allenamento. I combattimenti si svolgono nelle arene e al momento è possibile scegliere fra New York e Parigi (a breve verrà introdotta anche Londra). Le regole della partita si basano su concetti difficili da spiegare a parole ma semplici da comprendere. In pratica le due squadre che si affrontano hanno entrambe una “riserva scorta”, ovvero una sorta di barra della salute. Quando un giocatore esaurisce i punti vita, il valore scorta del personaggio viene sottratto dalla riserva scorta della squadra. Il valore di tale scorta varia a seconda del personaggio: Lilith ad esempio ha un punto scorta, mentre Grim Reaper ne ha due. A perdere la partita è ovviamente la squadra che esaurisce per prima la riserva scorta.

Grafica e gameplay

Fenrir Rise of Incarnates

Il comparto grafico di Rise of Incarnates è indubbiamente di alta qualità e offre una resa visiva mozzafiato. Il dettaglio delle texture è eccellente, le animazioni e gli effetti che accompagnano i combattimento ricordano molto i giochi d’azione per console, le schermate con i suggerimenti sono ben organizzate e perfettamente tradotte in italiano, le arene non sono molto vaste ma comunque ricche di dettagli e elementi ambientali, e i personaggi sono tutti caratterizzati da un aspetto unico e intrigante. Ci troviamo difronte a un gioco a tripla A sotto ogni aspetto, grafica compresa.

Il gameplay si basa sull’azione e su meccaniche conosciute dagli appassionati di picchiaduro. Ritmo frenetico, tanti attacchi differenti, combo, mosse speciali e un “indicatore azione” a regolare il tutto, ovvero una sorta di barra dell’energia che si ricarica automaticamente e si consuma ogni volta che un personaggio esegue azioni come attacchi, scatti aerei e via dicendo. Gli indicatori di munizioni rappresentano invece le abilità che possono essere utilizzate da un combattente. I numeri mostrano quante volte è possibile eseguire un’abilità specifica, mentre se il contatore arriva a zero occorre attendere il ripristino automatico che avviene dopo un certo periodo di tempo.

Combattimento Rise of Incarnates

Oltre agli attacchi da mischia e dalla distanza, le combo e le mosse speciali, c’è un’altra caratteristica che rende unico ogni personaggio. In alcuni casi si può trattare di una trasformazione, altri di un’evocazione, di un furto vitale e così via. Potenti evocazioni e trasformazioni rendono possibile l’utilizzo di combo devastanti e altre abilità che potenziano il combattente. Come già accennato a inizio articolo, Fenrir può trasformarsi in un enorme e potente lupo mentre Mephistopheles può diventare una sorta di demone incontrollabile. Ogni personaggio presenta comunque una guida completa che spiega tutte le sue caratteristiche e abilità, le quali possono essere testate in allenamento prima di iniziare una vera e propria partita.

Conclusioni

Rise of Incarnates è un eccellente gioco MMO free to play, un titolo unico nel panorama dei giochi F2P che offre un’esperienza imperdibile per tutti gli appassionati di picchiaduro e combattimenti ricchi d’azione. Il tutto impreziosito da un comparto grafico di altissima qualità e da una completa traduzione dei testi in italiano. Per ora nello store in-game è possibile sbloccare i personaggi e acquistare elementi estetici, come vestiti e armi che modificano l’aspetto dei combattenti senza influenzare il gameplay. Ci sono poi dei pacchetti che permettono di guadagnare più velocemente i punti esperienza e gli LP. Quest’ultimi rappresentano la valuta di gioco, che può essere guadagnata semplicemente giocando ma che ancora non ho capito dove può essere spesa. La valuta premium acquistabile con soldi veri si chiama invece PI e permette di comprare tutti gli elementi presenti all’interno del negozio. Se le cose non dovessero cambiare i giocatori dovranno metter mano al portafogli per sbloccare i loro personaggi preferiti, o in alternativa potranno utilizzare quelli messi a disposizione gratuitamente dal sistema a rotazione. Staremo a vedere come decideranno di comportarsi gli sviluppatori dopo questa prima fase di Accesso Anticipato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono gli sparatutto?
Hai già provato

S.K.I.L.L. 2?

S.K.I.L.L. - Special Force 2 è uno sparatutto militare completamente tradotto e doppiato in italiano, un titolo intuitivo e immediato che permette di lanciarsi sul campo di battaglia armati fino ai denti.