The War Z: anteprima della closed beta

Sono sempre stato un appassionato di film ambientati in mondi post-apocalittici, avventure alla The Walking Dead con tanto di zombie e città abbandonate, edifici da setacciare in cerca di cibo e acqua, armi con le quali difendersi e tutto il resto. L’universo degli MMO non aveva mai offerto niente di interessante da questo punto di vista, ma poi è arrivato The War Z, un misto tra gioco di ruolo e sparatutto dove i giocatori possono vestire i panni di persone sopravvissute ad una catastrofe, la quale ha portato morte e distruzione in tutto il mondo.

Ecco quindi il desiderio mio e di molti realizzato, l’adrenalina e la paura di essere scoperti da un gruppo di zombie, la speranza di incontrare un altro giocatore con il quale unire le forze e condividere cibo e acqua, la disperata ricerca di armi con le quali difendersi e un solo vero obiettivo: sopravvivere.

Anteprima di gioco

In The War Z è attualmente possibile scegliere fra tre personaggi differenti, i quali permettono di optare fra una manciata di volti ed indumenti basilari. L’equipaggiamento di base non offre armi ne primarie ne secondarie, ma soltanto una torcia e qualche elemento utile alla sopravvivenza. Gli sviluppatori hanno cercato di rendere questo gioco il più realistico possibile, offrendo ambientazioni e scenari credibili che spaziano dalle desolate foreste alle città abbandonate con tanto di edifici e veicoli distrutti. Il tuo scopo sarà quello di spostarti con cautela in cerca di zone un tempo abitate, con la speranza di trovare cibo e acqua per sopravvivere, armi per difenderti ed altri oggetti per curarti, proteggerti o semplicemente cambiare look. La barra della fame e della sete indicherà quando avrai bisogno di rifocillarti, pertanto prima di ritrovarti in condizioni critiche sarà fondamentale andare alla ricerca di quanto necessario per mantenere in vita il tuo personaggio.

Potrai vagare liberamente all’interno del mondo di gioco, il quale attualmente offre diverse città e scenari interessanti. Ovviamente gli sviluppatori sono costantemente impegnati nella realizzazione di nuovi elementi da aggiungere al titolo, dagli indumenti alle armi, dalle migliorie tecniche alle nuove zone da esplorare, dalla correzione dei bug all’aggiunta di funzionalità interessanti. Durante l’esplorazione avrai ovviamente occasione di incrociare zombie pronti a divorarti, pertanto dovrai stare sempre attento e muoverti con cautela nel tentativo di non farti scoprire. Dare vita ad un inseguimento, sopratutto se sarai disarmato, potrà molto probabilmente attirare innumerevoli zombie, molto più veloci di quanto si possa immaginare ed estremamente difficili da seminare. Oltre a queste mostruose creature potrai incontrare altri giocatori che come te cercano in qualche modo di sopravvivere, alcune amichevoli ed altre no. Per esperienza personale posso dire che non è poi così semplice trovare un giocatore con il quale unire le forze. Molto spesso mi è capitato di venire ucciso da lontano per mano di un cecchino o di soppiatto da un altro sopravvissuto, il quale in seguito mi ha ripulito di tutti gli oggetti che avevo con tanta fatica trovato e raccolto. Non so se sia stato per divertimento, per paura o per bisogno di cibo, ma quel che è certo è che non è stato facile trovare compagni con i quali condividere parte del cammino.

In caso di decesso perderai automaticamente tutti gli oggetti, dalle armi al cibo, tutto quanto. Dovrai inoltre attendere un’ora prima di poter resuscitare il tuo personaggio e tornare a giocare completamente disarmato e privo di ogni bene necessario alla sopravvivenza. Tuttavia, il gioco permette di creare fino a cinque caratteri differenti, pertanto in caso di morte potrai continuare a giocare optando per un altro personaggio. Un altro aspetto interessante è rappresentato dal marketplace al quale è possibile accedere dal menù principale. Al suo interno è possibile acquistare oggetti di ogni tipo, dal mirino per il fucile al cibo, da uno zaino più capiente ad una mazza da baseball con la quale difenderti. Ovviamente tutto avrà un prezzo, pertanto in caso di grosse spese sarà presto necessario metter mano al portafogli. Si tratta del tipico sistema di remunerazione adottato dai free to play e studiato per permettere ai giocatori di giocare gratuitamente, offrendo allo stesso tempo la possibilità di spendere qualche euro per vantaggi extra, oggetti utili o semplicemente indumenti per differenziarsi dagli altri partecipanti.

Grafica

Il comparto grafico offre una resa davvero notevole, con modelli poligonali realizzati con cura ed un dettaglio delle texture superiore alla media. Attualmente le richieste in termini di hardware sono davvero eccessive se paragonate a quelle di altri MMO free to play, ma bisogna considerare che si tratta di un gioco in fase di sviluppo e Closed Beta, e che pertanto dev’essere ancora ottimizzato a dovere. Sicuramente quando verrà rilasciata la Open Beta o la release ufficiale le cose saranno diverse, i bug attuali verranno risolti e il gioco potrà girare con il livello dei dettagli al massimo senza richiedere un hardware troppo sofisticato. Quel che è certo è che la qualità non manca, ne a livello di ambientazioni ne come personaggi o zombie. Quest’ultimi tra l’altro risultano molto diversi tra loro, non solo a livello fisico ma anche come vestiario. Incontrerai poliziotti in divisa, contadini, commessi, cittadini comuni ed ogni sorta di persona (non ho incontrato nessun bambino) che ha perso la vita da un giorno all’altro per poi tramutarsi in un morto che cammina.

Vagherai all’interno di foreste fitte ed apparentemente senza fine, per poi scorgere in lontananza palazzi o piccole zone un tempo abitate nelle quali andare in cerca di oggetti utili alla sopravvivenza. Queste zone sono particolarmente pericolose, sia perchè solitamente presentano un gran numero di zombie pronti all’attacco, sia perchè attirano molti giocatori in cerca di viveri ed armi. Tra gli aspetti poco realistici troviamo edifici privi di finestre, porte, mobili ed oggetti che dovrebbero comunemente essere presenti in ogni sorta di abitazione o edificio abitato. Ho poi notato che non è possibile accedere in nessun modo all’interno delle case con la porta d’ingresso chiusa, mentre le automobili oltre a non essere utilizzabili risultano tutte quante distrutte, senza vetri ne oggetti all’interno, come se fossero esplose senza lasciare niente di utilizzabile. Questi sono tutti aspetti non indifferenti che vanno un po’ in contrasto con il tentativo di rendere il gioco il più realistico possibile.

Gameplay

The War Z si presenta come un mix tra MMORPG e sparatutto, dove è possibile giocare sia in prima che in terza persona. Il personaggio non sale di livello ne apprende particolari abilità, ma rappresenta semplicemente un essere un umano sopravvissuto ad una catastrofe mai vista prima, senza armi ne cibo, con indosso solo i vestiti ed uno zainetto all’interno del quale mettere un numero limitato di oggetti. Inizierai l’avventura all’interno di uno dei molteplici server disponibili, in una zona scelta casualmente e spesso dispersa nel nulla. Se avrai la fortuna di incontrare altri superstiti in cerca di compagnia potrai vivere con loro le inevitabili sventure e le difficoltà che dovrai affrontare, condividendo il cibo e i pochi oggetti trovati fino a quel momento. In caso contrario dovrai muoverti furtivamente e andare alla ricerca di cibo, stando costantemente in allerta e al riparo da zombie o cecchini pronti a farti la pelle per fare razzia dei tuoi averi.

Il sistema di puntamento manuale rende molto realistici gli scontri a fuoco così come i combattimenti corpo a corpo, anche se alcune dinamiche potrebbero risultare un po’ legnose e poco credibili. La mancanza di un sistema di progressione potrebbe allontanare i giocatori particolarmente legati alle tipiche caratteristiche degli MMORPG, così come la perdita di tutti gli oggetti ad ogni decesso potrebbe stufare in breve tempo i partecipanti meno pazienti. Il mondo è completamente in PvP, pertanto non esistono zone sicure o dove poter girare tranquilli senza il timore che qualche altro giocatore possa spararci in testa. Tuttavia, questi sono tutti aspetti che a mio avviso sposano perfettamente l’idea di ricreare un mondo post-apocalittico il più realistico possibile, almeno a livello di difficoltà e sopravvivenza.

Conclusioni

The War Z è senza dubbi un MMO originale ed innovativo. Non esiste ad oggi un titolo anche solo lontanamente simile a livello di dinamiche di gioco, obiettivi e difficoltà da affrontare. Si tratta a tutti gli effetti di un Survival MMO ambientato in un mondo post-apocalittico, complessivamente molto realistico e adatto a tutti coloro che hanno da sempre desiderato di vestire virtualmente i panni di un superstite circondato da zombie e disperazione. La lotta per la sopravvivenza non è mai stata così difficile, a tal punto che potranno essere necessarie ore anche solo per ritrovare una bottiglia d’acqua ed una pistola con la quale difendersi.

L’altra faccia della medaglia è rappresentata dalla mancanza di obiettivi secondari che possano in qualche modo dare stimoli di diversa natura ai giocatori che ne sentono il bisogno. Questo significa che la sola necessità di cercare armi e cibo per sopravvivere potrebbe non essere uno stimolo sufficientemente per tutti, così come la mancanza di un sistema di progressione per il personaggio e la perdita di tutti gli oggetti ad ogni decesso potrebbero allontanare una buona fetta di casual gamer e giocatori meno esperti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono gli sparatutto?
Hai già provato

S.K.I.L.L. 2?

S.K.I.L.L. - Special Force 2 è uno sparatutto militare completamente tradotto e doppiato in italiano, un titolo intuitivo e immediato che permette di lanciarsi sul campo di battaglia armati fino ai denti.