Guida per principianti: cosa è giusto sapere sugli MMORPG

Per i novizi degli MMORPG potrebbe essere scoraggiante avventurarsi in un mondo parallelo ed impersonare un eroe immaginario. Entrar nelle vesti di un elfo, un nano o un orco può sembrar divertente, peccato però esistano alcune storie dell’orrore volte a spaventare chi si avvicina per la prima volta a questo genere di intrattenimento videoludico.

In questo articolo vedrò di svelare la realtà dei fatti, mettendo in luce le peculiarità vincenti dei giochi di ruolo e le possibili conseguenze spiacevoli a cui possono andare incontro determinate tipologie di persone, che approcciano in maniera sbagliata questo tipo di intrattenimento.

Leggende metropolitane… e storie vere

Ecco alcuni esempi di favole e testimonianze rintracciabili in rete:

  • “World of Warcraft mi ha fatto lasciare con la ragazza perché vivevo in simbiosi con il computer”
  • “Age of Conan mi ha fatto abbandonare ogni altro mio hobby facendomi vegetare sulla sedia davanti ad un monitor”
  • “Final Fantasy XI mi ha fatto perdere il lavoro”

Un’infinità di esempi simili sono rintracciabili in rete, alcuni riportati per sentito dire, altre inventate per far colpo sui lettori ed infine… alcune reali testimonianze raccontate da sfortunati giocatori.

E’ facile giudicare un drogato e puntargli il dito contro, usandolo come esempio e spaventando chi inesperto di un determinato settore o mondo sconosciuto. Ciò nonostante non si può ignorare la possibilità che qualcosa di bello possa nel tempo creare dipendenza. Son fattori soggettivi, dipendono dalla forza e condizione psicologica di ogni persona e non sarà certo il genere MMO ad indossare le vesti del “colpevole”. Si tratta di circoli viziosi riscontrabili in ogni campo, dal mondo videoludico a quello del cibo, da quello cinematografico a quello tecnologico.

La realtà è questa, tutte le cose possono essere belle e gratificanti se dosate nel modo corretto, mentre un’esagerazione porterà quasi sempre a conseguenze spiacevoli. Mangi troppo cioccolato perchè ti piace infinitamente? Avrai problemi con i denti, la forma fisica o ancor peggio il diabete. Sei appassionato di elettronica e compri tutti gli strumenti di ultima generazione solo per appagare la tua voglia di averli? Potresti ritrovarti ad avere problemi economici nel breve periodo a meno che tu non sia finanziariamente agiato.

Esempi stupidi e banali ma utili a smontare le leggende metropolitane e le storie dell’orrore che da tempo aleggiano attorno ai giochi di ruolo. Un buon MMO, se frequentato con moderazione, può davvero rivelarsi un ottimo e divertente passatempo senza complicare o interferire sulla vita reale delle persone.

I motivi del successo degli MMORPG

Ciò che maggiormente qualifica un MMO è il fatto di esser popolato da altre persone e non unicamente da nemici dotati di intelligenza artificiale. In questo modo viene resa possibile una sorta di collaborazione utile a portare a termine compiti e missioni più facilmente e celermente. La possibilità di sfidare persone reali riesce inoltre a dar vita ad una sorta di invidia reciproca, che spinge ulteriormente il giocatore a volersi migliorare. Per alcuni si rivelerà particolarmente gratificante mostrare le proprie doti e trofei di gioco, cavalcando cavalli, rinoceronti o altri animali volanti in presenza di novizi, con equipaggiamenti luccicanti, armi rare e particolarmente vistose. Tutte particolarità che in un gioco singleplayer non esistono e non possono quindi contribuire ad aumentare l’appagamento e stimolazione del giocatore.

Il sistema base degli MMO funziona solitamente seguendo un regime meritocratico e premiando gli sforzi che il giocatore decide di intraprendere. Come una sorta di ricompensa che non fa pesare le azioni compiute, alcune volte difficili e che richiedono diverso tempo e pazienza. Questo crea un senso di soddisfazione nel giocatore che lo spinge a proseguire. Fattore fondamentale è quindi rappresentato dalla crescita del personaggio, il quale inizialmente non sarà capace di grandi imprese, vestirà indumenti di scarsa fattura e potrà equipaggiare armi e altri accessori piuttosto comuni e diffusi. Una sorta di limitazione per il giocatore, il quale potrà esplorare solo una parte del mondo virtuale e dovrà confrontarsi con nemici di scarso livello. Un insieme di circostanze che spingeranno a volersi migliorare, apprendendo nuovi poteri, guadagnando monete per acquistare equipaggiamenti migliori e sbloccando nuove zone e avversari più forti ed interessanti con cui confrontarsi. Un ripetersi di queste dinamiche che può protrarsi quasi all’infinito, a seconda della fantasia degli sviluppatori.

La possibilità di esplorare mondi immensi e terre sconosciute è l’ultima tra tutte le affascinanti caratteristiche tipiche degli MMO di ruolo. L’enorme varietà di titoli esistenti ha saputo accontentare i gusti di tutti quanti, dalle ambientazioni fantasy a quelle futuristiche, dai mondi post apocalittici alla semplici realtà contemporanee. Scelte alcune volte non facili ma che garantiscono una varietà capace di accontentare le esigenze di tutti quanti.

Conclusioni

Tra tutti i generi di MMO esistenti, gli RPG sono sicuramente i più “profondi” e in un certo senso completi. Creano una vera e propria realtà parallela, dove chiunque può essere ciò che ha sempre sognato da bambino o dopo aver visto un film ambientato in un mondo fantasy popolato da eroi e guerrieri. Elfi, orchi, umani, nani, fate, maghi, stregoni, cacciatori, cavalieri, preti e un’infinità di alternative per tutti i gusti e tutte le età.

Attenzione però a farne un uso intelligente e maturo, limitando le ore di gioco giornaliere ad una quantità consona a quello che altro non è se non un “videogioco”, il quale per quanto possa essere divertente, magnifico, stimolante e realistico non deve in alcun modo sottrarre tempo o sostituire abitudini tipiche della vita reale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.