Dauntless: anteprima del nuovo action RPG ispirato a Monster Hunter

Dopo mesi di impaziente attesa siamo finalmente riusciti a mettere le mani sulla closed beta di Dauntless, action RPG cooperativo ispirato al celebre Monster Hunter. Il titolo è in sviluppo presso Phoenix Labs, un team indipendente formato da ex membri di Blizzard, Riot, Capcom e Bioware, e si trova attualmente in fase di early access con rilascio ufficiale previsto per inizio 2018.

Nelle scorse settimane lo studio ha fatto parlare di sé per la coscienziosa decisione di rimuovere le loot box dal sistema di progressione, avvertendo un certo malcontento tra i giocatori nonostante il loro prodotto sia del tutto free to play. Qual miglior momento, dunque, per andare a caccia di mostri?

Anteprima di gioco

Dauntless mette i giocatori nei panni di cacciatori specializzati nell’uccisione di Behemoth, bestie colossali diventate un pericolo globale a causa della loro propensione per assorbire l’etere, una risorsa essenziale per l’ambiente. A seguito del moltiplicarsi di questi mostri, gli umani sono stati costretti a rifugiarsi su arcipelaghi fluttuanti e organizzare continui raid a bordo di navicelle in modo da debellare definitivamente la minaccia. Il setting ricorda un po’ quello di Xenoblade Chronicles, con le sue immense praterie rigogliose e i villaggi a metà tra l’antico e il futuristico, le missioni invece si rifanno pedissequamente al capostipite degli hunting game edito da Capcom.

Si parte da un HUB comune, la fortezza di Ramsgate, dov’è possibile acquistare vari tipi di merci, effettuare il crafting e naturalmente accettare gli incarichi assegnatici dalla guardia cittadina sia in singolo che in multiplayer. In genere le missioni di caccia prevedono che ci si rechi nell’isola infestata dal Behemoth, lo si tracci e in ultimo si ponga fine alla sua esistenza. La struttura è quindi molto lineare e si distacca dall’open world proposto oggi dai concorrenti. Si sceglie l’obiettivo, si attende il matchmaking, si completa la caccia e si ritorna all’HUB. Niente di più, niente di meno.

Sul versante personalizzazione segnaliamo la presenza di un editor, sicuramente ancora in progress, che ci permette di scegliere le sembianze del nostro alter ego in base al suo albero genealogico, con risultati di dubbio gusto estetico a dire il vero. Per fortuna gli equipaggiamenti fanno il proprio dovere, donando ai cacciatori look distintivi e stile da vendere. Al momento i componenti del loadout si fermano ad un’arma primaria (spadone, ascia, martello o doppie lame), quattro pezzi di armatura, cinque consumabili e un accessorio, la lanterna, che si ricarica progressivamente e svolge diverse funzioni come mostrare la posizione approssimativa dei Behemoth. Siamo sicuri che ulteriori contenuti non tarderanno ad arricchire tale reparto.

Grafica e gameplay

Pur trattandosi ancora di una versione beta, Dauntless ci ha colpiti in positivo per quanto riguarda la mera resa grafica di modelli e scenari. La pulizia dell’immagine è eccellente, gli effetti particellari e di illuminazione realistici, le animazioni fluidissime. Parecchio da lodare anche in termini stilistici data la brillantezza dei colori che valorizzano i paesaggi e il design dei Behemoth, di certo il punto forte della produzione Phoenix Labs. Rimane da lavorare sull’ottimizzazione, soprattutto a Ramsgate (dove si riscontrano lag e cali pesanti di framerate), ma in linea di massima ci si mantiene stabili sopra i 60 fps vista la leggerezza dell’Unreal Engine 4.

Se venite da Monster Hunter non troverete grandi differenze nel gameplay infatti i controlli sono molto simili, anche se meno macchinosi, e in generale l’esperienza di gioco tocca corde particolarmente affini. Il personaggio ha a disposizione una manciata di combo che coinvolgono attacco leggero e pesante, una schivata con frame di invulnerabilità, una mossa speciale che cambia a seconda dell’arma equipaggiata e infine i gadget, tra cui pozioni, trappole e razzi di segnalazione. Il feedback restituito non è affatto male, anzi i combattimenti riescono a coinvolgere con regolarità, tuttavia gradiremmo l’introduzione di ulteriori manovre offensive che diano maggior varietà agli scontri.

Nulla da dire sulla costruzione meccanica dei Behemoth, praticamente gli unici nemici che si affrontano. Essi godono di un’ottima caratterizzazione sia estetica sia meccanica, quasi al pari delle creature incontrate in Monster Hunter. Buttarli giù non è per niente semplice visto l’enorme quantitativo di salute e l’elevata mobilità conferitegli dagli sviluppatori. Gli scontri si dividono sempre in almeno due fasi, con il mostro che si sposta nella mappa dopo aver subito un certo ammontare di danni attivando talora una modalità berserk che lo rende particolarmente furioso e letale. Una volta ucciso il target si ricevono le ricompense, da usare in fase di crafting per forgiare nuove armi e armature.

Conclusioni

Avrete notato che non ci siamo soffermati su progressione e monetizzazione. Questo perché gli sviluppatori lanceranno a breve un aggiornamento in cui rivoluzioneranno tali sistemi, prima relegati alle loot box e destinati a mutare in strutture più aperte e user friendly. I pacchetti fondatore, che forniscono una serie di bonus sostanziali, rimarranno con molta probabilità attivi; purtroppo allo stato attuale non abbiamo altre informazioni. Sta di fatto che comunque Dauntless promette bene, Phoenix Labs pare intenzionata a supportarlo a lungo introducendo sempre nuovi contenuti e noi non possiamo che esserne soddisfatti. Se volete partecipare alla beta vi basta iscrivervi con l’indirizzo email sul sito ufficiale ed entro qualche giorno/settimana riceverete l’invito. Ne vale la pena, soprattutto se avete un paio di amici a disposizione per formare un gruppo e partire alla caccia degli spaventosi Behemoth.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.