Grand Fantasia – Recensione

Aeria Games distribuisce ormai da qualche tempo Grand Fantasia in italiano, un MMORPG free to play adatto principalmente ai bambini. Con una grafica tipicamente manga ed un comparto audio leggero ed armonioso, questo titolo tende sicuramente ad avvicinarsi ai gusti dei piccoli, nel tentativo di ritagliarsi una fetta dell’ormai super inflazionato mercato dei giochi di ruolo.

Non si tratta comunque di un gioco di nuova produzione, in quanto il rilascio originario in altre lingue risale addirittura al 2008. Rappresenta tuttavia una buona alternativa agli innumerevoli titoli manga presenti in rete, adatto perlopiù ai giocatori meno esigenti e in cerca di un gioco di ruolo in italiano.

Personaggio e “Sprite”

La creazione del personaggio mette a disposizione un editor piuttosto basilare, con il quale personalizzare a grandi linee il nostro personaggio e il relativo Sprite. Taglio e colore dei capelli, occhi, nome dell’eroe e del suo compagno, colore della pelle e poche altre particolarità ci daranno modo di definire l’aspetto di base del nostro carattere. Saremo quindi pronti ad iniziare l’avventura ed affrontare le prime quest, piuttosto semplici e utili a muovere i primi passi ed apprendere le nozioni base sui controlli e l’interfaccia.

Comincerai l’avventura come un semplice Novizio, anche se presto sarà possibile scegliere tra una delle quattro classi iniziali. Una volta scelta la tua strada giungerà il momento di dedicarsi alle specializzazioni, raggiunto il livello 5, 15 e 30, per un totale di 8 classi oltre al sistema evolutivo delle stesse. Tutto questo permette di creare personaggi altamente personalizzati e adeguati al giocatore stesso. Le classi sono le seguenti:

  • Combattente: Guerriero (livello 15), Berseker o Paladino (livello 30), Avanzamento finale (livello 65).
  • Cacciatore: Arciere (livello 15), Ranger o Killer (livello 30), Avanzamento finale (livello 65).
  • Accolito: Sacerdote (livello 15), Chierico o Druido ( livello 30), Avanzamento finale (livello 65).
  • Incantatore: Mago (livello 15), Stregone o Negromante (livello 30), Avanzamento finale (livello 65).

 

Lo Sprite è un piccolo compagno di viaggio che non vedremo al nostro fianco durante l’avventura come solitamente accade con i normali pet, ma potremo comunque interagirvi in qualsiasi momento attraverso l’apposita interfaccia. Cliccando su un pulsante adibito a tale funzione, apriremo la schermata del nostro Sprite e potremo dargli gli incarichi che vorremo, come quello di raccoliere materiali in miniera o nella giungla, con i quali costruirà per noi un’arma o un oggetto utile. Ma questo è soltanto un esempio delle reali capacità ed evoluzioni con cui il nostro Sprite riuscirà a stupirci durante l’avventura.

Questo fedelissimo compagno obbedirà ai nostri ordini in ogni circostanza, ma attenzione a non trascurarlo. Anche lui avrà bisogno di riposo e di particolari cure per mantenere alto il morale e buono lo stato di salute, potendo così servire egregiamente e nelle migliori condizioni il proprio padrone. Inoltre, eseguendo le azioni che gli chiederemo di compiere, guadagnerà esperienza e salirà di livello, crescendo di dimensione ed evolvendosi in nuove forme accattivanti.

Gameplay

A livello di giocabilità risulta accessibile a chiunque, niente di particolarmente impegnativo, anzi piuttosto intuitivo ed automatizzato. Con il solo ausilio del mouse potremo tranquillamente svolgere tutte le funzioni necessarie a progredire nel gioco, anche se l’utilizzo dei tasti di scelta rapida sulla tastiera ci faranno comodo per accelerare alcuni processi, come accedere all’inventario, alla schermata dello Sprite o a quella delle quest. Stesso discorso per la chat, che seppur ignorabile potrà tornarci utile, considerando che si tratta di un gioco completamente in italiano e quindi popolato da giocatori che parlano la nostra stessa lingua.

Cliccando sugli NPC è possibile dialogare ed accettare le quest, le quali verranno elencate in alto a destra sullo schermo. A questo punto, cliccando sul nome della missione comparirà la zona della mappa da raggiungere, e cliccando sul luogo desiderato il personaggio inizierà a muoversi automaticamente fino al raggiungimento del punto richiesto. Raggiunto l’obiettivo, che il più delle volte richiederà di uccidere un tot di un determinato tipo di nemici, potremo tornare dall’NPC di turno a reclamare la ricompensa, oppure cliccare sul solito pannello della quest affinché il nostro personaggio si diriga automaticamente verso il luogo di destinazione.

I combattimenti sono statici, classici degli MMORPG vecchio stampo. Cliccando con il pulsante destro del mouse sul bersaglio, il nostro eroe comincerà a colpirlo e subire colpi fino alla fine dello scontro. A livello di giocabilità nulla da segnalare, si tratta del classico gioco di ruolo ridotto al minimo come dinamiche e possibilità di movimento,  dove il lavoro va a concentrarsi su altre caratteristiche come il sistema di avanzamento delle classi e dello Sprite, oltre al classico grinding senza fine per livellare e raggiungere il level cap.

Grafica ed ambientazione

Grafica vecchio stampo, ispirata al genere fantasy e caratterizzata da simpatici modelli poligonali, seppur con un dettaglio delle texture che lascia un po’ a desiderare. Purtuttavia, se considerato il target a cui mira, Grand Fantasia si rivela piuttosto ammiccante agli occhi dei più piccoli, con colori vivaci e che richiamano molto l’idea dei cartoni animati per bambini al di sotto dei 14 anni. Si tratta certamente di una considerazione personale, ma tutti i dialoghi a cui ho assistito in game sembrano esser dalla mia parte e confermare la mia teoria.

Gli NPC sono abbastanza vari tra loro, anche se alla lunga tenderanno a ripetersi anche quelli. I giocatori, per via della scarsa personalizzazione permessa inizialmente, potranno facilmente sembrare cloni identici tra loro. Ciò nonostante, con il progredire del gioco e la scelta delle diverse classi superiori, nonchè l’acquisto di speciali costumi e l’acquisizione di speciali cavalcature, sarà possibile differenziarsi dalla massa e lasciar allibiti i compagni, sopratutto se ancora alle prime armi.

Gli ambienti perlopiù immersi nella natura danno un senso di libertà e serenità, il che viene amplificato da colonne sonore tranquille e melodiose. Anche passando per città ritenute rispetto alle altre più tecnologiche, noteremo sempre una prevalenza di grandi spazi aperti, ricchi di vegetazione e con gruppi sparsi di nemici solitamente della stessa specie. Così come i personaggi e le varie creature, anche gli elementi naturali non godono di un curato dettaglio delle texture, il che se non altro mette tutto in armonia, facendo notare meno la scarsa qualità complessiva del comparto grafico.

Conclusioni

Grand Fantasia è sicuramente un buon MMORPG in italiano per bambini, anche se titoli come Eden Eternal e Iris Online si contendono a grandi linee lo stesso target, con comparti leggermente migliori sopratutto dal punto di vista grafico. Ciò nonostante, l’idea di implementare un simpatico Sprite come compagno di lavoro potrebbe in parte colmare le lacune tecniche, così come l’idea di sviluppare un sistema delle classi sbloccabili con il progredire dei livelli potrebbe guadagnare punti sul fronte della personalizzazione.

  • Grafica appena sufficiente, non tanto per colpa dei modelli poligonali che tutto sommato risultano simpatici e ben contestualizzati, quanto per il dettaglio delle texture che sarebbe potuto senz’altro esser migliore.
  • Gameplay classico, statico nei combattimenti come in ogni MMORPG di vecchia generazione.
  • Comparto audio in sintonia con il target di riferimento, colonne sonore melodiose e tranquille accompagneranno il giocatore fin dai primi istanti di gioco.
Tuo Voto
0

Pro

  • In italiano
  • Interessante sistema delle classi
  • Sprite utili e simpatici

Contro

  • Graficamente datato
  • Alla lunga ripetitivo
6.3

Suff.

Grafica - 6
Giocabilità - 6
Originalità - 7

4 Commenti

  1. be diciamo che sommariamente quello che avete descritto è giusto, ma il gioco non lo definirei per bambini in quanto la maggior parte dei players sono di 20 anni e anche che il combattimento è facile hai primi livelli con il mouse ma alzando la classe come è giusto che sia è sempre più complicato infatti tralasciate l’espandibilità del combattimento data dalle capacitò delle armi e delle perle che vi vengono incastonate comunque per la parte grafica avete ragione in pieno .

    Rispondi
  2. ma come si fa a giocare

    Rispondi
    • Vai sul sito ufficiale e registra un nuovo account.

      Rispondi
  3. Fa schifo

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.