Rappelz – Recensione

Rappelz è un MMORPG italiano in stile fantasy, il quale presenta tutti gli elementi tipici di un gioco di ruolo online, con il classico sistema di progressione basato sull’esperienza, le varie classi tra cui poter scegliere, le skill, le cavalcature, gli equipaggiamenti e le armi.

Si tratta di una delle tante alternative agli MMORPG presenti in rete, particolarmente conosciuto in Italia per il semplice fatto che i testi sono stati tradotti in italiano. Tolto quest’aspetto che suscita da sempre particolare interesse tra i nostri giocatori, non possiamo certo dire che si tratti di un titolo moderno o di qualità, anche se bisogna comunque ammettere che si tratta di un gioco rilasciato nell’ormai lontano 2006 e che pertanto non può che soffrire degli anni passati. Ciò andrà inevitabilmente ad influire sulle considerazioni e valutazioni presenti in questa recensione datata 2012, scritta a ben 6 anni di distanza dal rilascio del titolo.

Anteprima di gioco

Per prima cosa dovrai creare il tuo personaggio, optando fra una delle 3 razze disponibili: Asura, Gaia e Deva. Ognuna di queste presenta una classe base, la quale nel tempo ti permetterà di optare fra una delle altre classi primarie, intermedie e master class. Si tratta di un sistema di progressione ben implementato che ti permetterà di specializzare il tuo avatar gradualmente nel corso del gioco, decidendo in che modo spendere i tuoi punti abilità e quale orientamento e stile di combattimento sviluppare.

Comincerai la tua avventura sull’isola degli apprendisti, dove otterrai alcune quest che ti insegneranno a compiere i primi passi. Ti verranno spiegate dai vari NPC le nozioni di base attorno alle quali ruota l’intera esperienza di gioco e la gestione del personaggio, come l’utilizzo degli equipaggiamenti e l’apprendimento di nuove abilità. Dovrai combattere contro creature fantasy di varia natura, le quali inizialmente saranno rappresentate da nemici  piuttosto innocui, come delle specie di galline, tartarughe, uccelli ed altri animaletti più simpatici che spaventosi.

Rappelz presenta inoltre tutte quelle peculiarità tipiche degli MMORPG, come ad esempio la possibilità di avere una propria cavalcatura con la quale spostarsi più velocemente all’interno del mondo di gioco. Potrai averne una fin dal principio, non appena raggiungerai la prima cittadina. Ti basterà parlare con l’NPC che li accudisce per riceverne subito uno, con il quale esplorare l’isola degli apprendisti in cerca di nuove quest ed interessanti obiettivi da portare a termine.

Grafica di gioco

Graficamente scontato e particolarmente spento, con modelli poligonali già visti ed un dettaglio delle texture nel complesso sufficiente. I colori utilizzati vanno a creare un ambiente un po’ troppo cupo per i miei gusti, così come gli ambienti non presentano una sufficiente varietà di elementi, limitandosi a qualche albero e tanta erba. Le città sono state realizzate con un po’ più di creatività e stile, presentando strutture enormi, fasci di luce, NPC sparsi per il territorio e tutta una serie di elementi ambientali che riescono nel complesso a creare un’atmosfera ben più raggiante e solare rispetto al mondo esterno e selvaggio.

Potrai incontrare creature nemiche di varia natura, attraversando enormi foreste e giungendo a spiagge desolate. L’acqua non rappresenta di certo uno degli aspetti maggiormente curati del comparto grafico, così come il cielo, il panorama e gli orizzonti in generale non riescono ad offrire nulla di qualitativo e coinvolgente. Tuttavia, gli animali, gli alberi e i personaggi sono stati realizzati in maniera accettabile, garantendo una buona resa visiva anche zoomando notevolmente.

Interessanti le animazioni durante i combattimenti, molto dinamiche e ricche di effetti di luce. Per ogni tipo di attacco noterai un diverso effetto e movimento, così come potrai assistere ad una notevole animazione ogni qual volta salirai di livello. Nel complesso possiamo dire che la grafica offerta da Rappelz raggiunge la sufficienza, anche se un miglioramento delle texture e dei colori potrebbe tranquillamente permettergli di raggiungere una valutazione di gran lunga superiore.

Gameplay

Giocabilità e meccanismi tipici di ogni gioco di ruolo classico, con un sistema di progressione già conosciuto e collaudato. Il grind farà ovviamente da padrone, con combattimenti ripetuti ciclicamente nel tentativo di guadagnare esperienza e salire continuamente di livello. Attraverso le quest si otterranno ovviamente ricompense extra, oggetti e parti dell’equipaggiamento, mentre all’interno dei dungeon sarà possibile droppare armi ed elementi molto rari e potenti, anche se per affrontarli dovrai come di consueto esser accompagnato da altri giocatori in grado di sostenerti nei momenti di difficoltà.

Potrai controllare il tuo personaggio e muoverlo utilizzando il mouse, mentre per gli attacchi e le varie schermate potrai accorciare i tempi usufruendo dei pulsanti di scelta rapida. Le interfacce completamente tradotte in italiano ti daranno una mano a capire ogni caratteristica offerta dal gioco, così come la completa comprensione delle quest ti permetterà di portarle a termine più in fretta. Questo è un bene, perchè alle volte non basterà cliccare semplicemente su “accetta” per combattere e portare a termine una missione, dato che dovremo percorrere in alcuni casi tragitti non poi così brevi e scontati. In queste occasioni ci verrà in soccorso la mappa, la quale ti mostrerà la tua posizione e quella da raggiungere. Tuttavia, non sempre la cartina risulterà di semplice interpretazione, tant’è che potrà capitare di ritrovarsi vicino al punto da raggiungere ma con davanti un muro invalicabile, dovendo in qualche modo cercare autonomamente una via alternativa.

Per il resto non c’è nulla di particolarmente originale da segnalare. Le classi base, primarie, intermedie e master ti permetteranno di sviluppare il tuo personaggio sulla base delle tue preferenze, sviluppando un determinato stile di combattimento piuttosto che un altro. A seconda delle scelte che farai sarai maggiormente ricercato all’interno dei gruppi che si prepareranno ad affrontare dungeon e mostri particolarmente potenti, dato che alla base della vittoria ci sarà sempre una buona organizzazione e varietà di classi, differenti tra loro ma adatte a coesistere e collaborare.

Conclusioni

Rappelz è un MMORPG fantasy in italiano di vecchio stampo, il quale come tale risente del tempo passato sia a livello grafico che di gameplay. L’originalità non è certo il punto forte del gioco, anche se le dinamiche attorno al quale ruota l’intera esperienza lo rendono piuttosto completo. Nulla di inedito quindi, ma solo una delle non poi così numerose alternative in italiano, adatta a tutti coloro che sono alla ricerca di un gioco di ruolo classico e di facile comprensione.

  • Grafica sufficiente per certi aspetti ed insufficiente per altri. Nel complesso accettabile.
  • Gameplay tipico degli MMORPG classici e statici, ormai da tempo riconducibile agli standard forgiati da World of Warcraft.
  • Comparto audio nella media, anche se le colonne sonore non sembrano andare molto d’accordo con l’atmosfera e il contesto di gioco.
Tuo Voto
0

Pro

  • Testi in italiano

Contro

  • Grafica vecchio stampo
  • Dopo così tanti anni ha più ben poco di originale da offrire
5.7

Quasi suff.

Grafica - 6
Giocabilità - 6
Originalità - 5

6 Commenti

  1. Per come è descritto e per il voto che gli viene assegnato, non da l’impressione di essere un gioco degno di nota.
    Io ci ho passato 2 anni e ci ho veramente perso la testa.
    Vero è che la grafica fa schifo, vero è che molto spesso le azioni sono ripetitive e che si porta dietro tutti gli eventuali punti negativi degli MMO classici…però se non ti arrendi subito e se ci puoi spendere qualche euro iniziale, mano a mano che sali di livello, ottieni equipaggiamenti forti etc etc diventa estremamente divertente e soddisfacente.
    Di questo gioco io ho amato il fatto che non sei costretto alle quest ( tranne 3-4 necessarie e cmq molto utili). Puoi decidere di fare le quest o di andare nei dungeon. Lì, grazie ad un gameplay estremamente semplice non esci pazzo e con un pò di pazienza riesci ad andare avanti.
    Un altro punto di forza, dal mio punto di vista, è che si, necessiti del gruppo per certe situazioni, ma puoi decidere ( in base alle tue abilità e possibilità) di farmare per i fatti tuoi e nel tempo diventare anche ricco e ben accessoriato.
    Purtroppo è datato ed il precedente gestore ( ma anche questo nuovo in verità) ha deciso di lucrarci spudoratamente a scapito di quei giocatori non in grado di spendere euro.
    Questo ha creato un gap evidente tra gli shoppers e non ed ha portato molti ad allontanarsi ed i nuovi a non riuscire ad integrarsi con la comunità.
    Non ha molte possibilità di restare aperto molti altri anni, ma se qualcuno ama il gameplay semplice e farmare, questo è sicuramente il gioco più adatto per lui, anche alla luce delle nuove uscite.

    Rispondi
  2. Il voto è esageratamente basso. Questo fino a qualche anno fa era uno dei migliori prodotti del mercato italiano, ora certo è superato ma è decisamente superiore rispetto ad altri titoli come Nostale, 4story che non hanno alcuna feature endgame. Mi domando chi ha fatto queste recesioni che criteri ha utilizzato, una valutazione deve essere obiettiva. Non personale. Assurdo

    Rispondi
    • Buongiorno Emanuele,

      le critiche sono sempre ben accette. Tuttavia, sebbene i voti siano obiettivi, è anche vero che non sempre possono essere condivisi da tutti i giocatori, in particolar modo quando ci troviamo di fronte ad appassionati che vedono un voto troppo basso in riferimento a un titolo che a loro piace particolarmente. Detto questo, ho voluto comunque fare un confronto al volo con le valutazioni di altri siti di settore, giusto per capire se realmente sono stato così “cattivo” nei confronti di questo gioco. Di seguito i voti.

      Voto gamesource: 6
      Voto mmorpgitalia: 6
      Voto multiplayer.it: 7

      Posso quindi ammettere di aver calcato un po’ la mano sulla valutazione riguardante “l’originalità”, ma bisogna considerare che la recensione è del 2012 e che a quel tempo Rappelz era già stato nettamente superato da molti MMORPG, il che ovviamente non può non influire su una valutazione che serve anche da parametro per confrontare i giochi tra loro.

      Rispondi
  3. Personalmente (e dico personalmente perchè la mia non è una critica ma un semplice commento) credo che un 5 all’originalità sia un pò troppo poco dato l’interessante sistema di cattura e uso dei pet ma darei un voto 5 alla grafica e al gameplay dato che la grafica è datata e il gameplay patetico.

    Rispondi
  4. Anche io ho giocato a questo titolo per molti anni ma sinceramente avrei dato un voto inferiore del 5.6 .La grafica e’ molto datata ma non è questo il problema visto che ci sono giochi di ruolo datati che ancora oggi riescono a prenderti.
    Il gioco manca di originalità nella storia che è sempre la stessa , strega che ricompare , alleati della strega, introduzione di dungeon senza uno scopo o una storia coinvolgente che sblocchi punti nella trama.Il gioco è eccessivamente farmoso , il drop viene poi diminuito drasticamente per poi essere aumentato di colpo per breve periodo in occasione di eventi , questo spinge i giocatori a riempire il server solo in prossimità degli eventi. Item shop e’ troppo presente nel game, tutto quello che droppi ha scarso valore o difficilmente riesci causa prezzi eccessivi che non permettono ai nuovi giocatori di comprare . Gli item shop hanno altissima percentuale di insuccesso ,puoi benissimo spendere 30 euro senza avere benefici particolari . Le armi migliori circolano sempre fra quel gruppo di pg che possono permettersi di spendere soldi regolarmente nell’ item shop.Il gioco anni fa era una bellissima idea che poi nel tempo e’ stata rovinata per scopi di lucro e anche ora che il gioco e’ in crisi cercano di spremere all’ osso l’ utenza ancora interessata.
    L’ utenza poi e’ molto infantile, la chat quasi per niente moderata dove volano insulti, dispute. Il player vs player e’ patetico non esiste bravura occore solamente una buona gear che per la maggior parte dei pg si tramuta nell unico equip migliore del game con bonus severita’ con un up al piu’ 20 dove alcune classi per via di skill istant sono piu’ squilibrate rispetto ad altre classi a parita’ di equip. Amaro da dirsi ma il futuro di degli MMORPG in tempi di crisi non e’ questo e molti sono ormai i titoli usciti che permettono di giocare affrontando costi contenuti alcuni dei quali anche totalmente free gestiti e cordinati da libere donazioni.

    Rispondi
  5. Non è meglio giocare a Blade & Soul o Guild Wars2? Non ne vale la pena a perdere il tempo per un gioco come questo.

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.