Runes of Magic

logo runes of magic
6.6 Overall Score
Grafica: 7/10
Giocabilità: 7/10
Originalità: 6/10

Buona alternativa gratuita a World of Warcraft

Colonne sonore spesso da mal di testa

Gioca a Runes of Magic

Game Info

NOME DEL GIOCO: Runes of Magic

SVILUPPATORE: Runewaker Entertainment

DISTRIBUTORE: Frogster Interactive

PIATTAFORME: Pc

GENERE: MMORPG

Requisiti di sistema

File client: 1.11MB.
File setup: 7799.5MB.

Che dire dell’ennesima copia di WoW in versione gratuita? Sicuramente meglio riuscito di altri titoli, Runes of Magic offre agli amanti degli MMORPG un’ottima alternativa in italiano in un sempre più vasto groviglio di alternative scadenti e mal riuscite, poco curate e per niente originali.

Un mondo suddiviso in sole due razze, umani ed elfi, sparsi qua e la nei vari server, suddivisi in PvP e PvE. Ogni razza avrà le proprie classi e a inizio gioco potremo optare per una di queste. Raggiunto il decimo livello ci verrà permesso di optare per una classe secondaria, intercambiabile tramite l’accesso alla nostra abitazione. Un gioco che non presenta particolari innovazioni ma che ha saputo riprendere i classici elementi dei migliori MMORPG e amalgamarli in maniera piuttosto efficace e ben diluita.

Primi passi di gioco

Inizieremo con la creazione del personaggio, optando per la razza, la classe e le varie personalizzazioni fisiche, non troppo precise e studiate. Ora vediamo come si suddividono le classi a seconda della razza scelta.

  • Elfi: Warrior, Scout, Rogue, Mage, Warden, Druid.
  • Umani: Warrior, Scout, Rogue, Mage, Priest, Knight.

Personalizzato il nostro eroe e scelto un nome adatto potremo immergerci nella terra iniziale della nostra razza. Prenderemo gli elfi come esempio per l’introduzione. Ci ritroveremo in una landa verdeggiante, piena di quest da svolgere piuttosto semplici e che ci introdurranno nel gioco facendoci capire a grandi linee quale sarà il ritmo e il genere di obiettivi da portare a termine. Raccogliere oggetti, uccidere mob e parlare con personaggi specifici saranno le principali quest che troveremo, non troppo difficili quanto piuttosto lunghe da portare a termine a seconda dei casi.

Per spostarci in maniera più rapida rispetto alle nostre gambe, potremo usufruire di una mount, rappresentata inizialmente da un cavallo che ci verrà concesso raggiunto il quinto livello. Ogni mount ha però una durata limitata (quella iniziale ad esempio è concessa per sole due ore) oltre il quale sarà necessario acquistarne (affittarne in realtà) un’altra per un altro periodo di tempo. Diversamente varrà per le cavalcature acquistabile tramite l’item shop (con soldi veri) le quali non avranno scadenza temporale ma saranno eterne.

Molteplici le professioni che potremo apprendere, dalla possibilità di diventare un minatore, al falegname, carpentiere, erborista, incantatore e così via. Ognuno di questi mestieri ci permetterà di fabbricarci per esempio speciali oggetti senza l’aiuto di nessuno e senza l’acquisto diretto, ma solo attraverso la raccolta dei materiali necessari e del livello necessario per produrli. Ogni classe permetterà di apprendere differenti skill ed equipaggiare determinate armi ed armature, ma raggiunto il livello dieci le nostre capacità verranno ampliate attraverso la possibilità di scegliere una classe secondaria, distaccata dalla primaria e interscambiabile attraverso l’accesso alla nostra abitazione.

A proposito di abitazione, ne possederemo una fin dal principino, nonostante questa si presenti vuota e senza senso. Per questo ci sarà concesso di acquistare elementi per arredarla, come tavoli, armadi, sedie e quant’altro. Un elemento in più che ci permette di immedesimarci maggiormente nel personaggio, anche se molti, son convinto, trascureranno completamente l’idea.

Gameplay e combattimento

Un sistema di controllo classico e piuttosto semplice che combina mouse e tastiera. Il primo per il puntamento e l’interazione mentre la seconda per i movimenti. A volte potrà apparire un po’ legnoso ma tutto sommato non vi è nulla di particolarmente negativo, il che rende l’esperienza di gioco più che accettabile da questo punto di vista.

Per quanto riguarda il combattimento, stessa cosa. Dovremo esser sufficientemente vicini al nemico per attaccarlo altrimenti il nostro personaggio resterà immobile e in alcuni casi addirittura subirà gli attacchi senza battere ciglio. Attraverso gli hotkeys (tasti di scelta rapida) potremo scegliere quale attacco utilizzare tra quelli disponibili. Lo stesso potremo fare utilizzando il mouse.

Ad aiutarci in combattimento potrà esserci un pet, come nel caso in cui si scelga un elfo Warden. Fin dal principio potremo evocarlo e richiamarlo in qualsiasi momento, mandarlo all’attacco di un nemico differente da quello con cui saremo impegnati o semplicemente farlo combattere al posto nostro, ottenendo comunque punti esperienza ad ogni mob ucciso.

Grafica e ambientazione

Ambienti non troppo vasti ma piuttosto ricchi di mob misti tra loro senza specifiche territorialità o per lo meno non particolarmente contraddistinguibili. Un misto tra la classica foresta e le misteriose particolarità fantasy. Incontreremo ragni giganti, alberi che camminano, lupi, coccodrilli, strani volatili, conigli e così via. Una totale immersione nella natura insomma, con un passaggio dalla notte al giorno graduale e difficilmente percepibile.

Un ambiente curato quel tanto che basta per esser apprezzato e considerato di qualità, anche se a livello di dettaglio non presenta nulla di sorprendente. Armi, equipaggiamenti ed oggetti non sono certamente impressionanti e non sanno discostarsi in alcun modo dai classici stili che siamo abituati a vedere all’interno di altri titoli concorrenziali.

Conclusioni

Grafica più che sufficiente ed un gameplay tanto classico quanto apprezzato. Peccato per il sonoro, il quale a livello di effetti risulta apprezzabile ma come musiche farà sicuramente venire il mal di testa a tutti quanti nel giro di massimo un’ora! Un frastuono triste e tutto fuorché divertente e motivante.

Un’alternativa gratuita a WoW migliore di tante altre, che mi sento di consigliare a chi in cerca di un buon MMORPG di questo tipo, non sicuramente originale e ricco di colpi di scena, ma per lo meno migliore a tante altre alternative di scarsa fattura sotto molteplici aspetti.


Lascia un commento