World of Warcraft: i tokens arrivano in Europa

Ora che i tokens sono disponibili anche nella versione europea di World of Warcraft, si inizia a pensare a un futuro free to play per il più celebre MMORPG di tutti i tempi.

Blizzard riconosce i segni del tempo ed è consapevole che gli abbonamenti sono sempre più difficili da far funzionare in un gioco online. The Elder Scrolls Online ha dovuto eliminare le sottoscrizioni e WildStar sembra voler fare lo stesso. Ma ancora una volta WoW cerca di prendere una posizione speciale, permettendo il libero accesso ai giocatori occasionali. Questo ha portato a un temporaneo aumento di utenti fedeli e paganti, pronti a spendere per progredire nel gioco.

Tokens: cosa sono e a cosa servono

Tokens World of Warcraft

World of Warcraft per molti giocatori è ancora una seconda casa, per la quale sembrano pagare volentieri un “affitto”. Ma il numero di utenti paganti diminuisce lentamente e costantemente, per cui Blizzard ha bisogno di cercare nuovi modi per attirare le persone. Ciò nonostante la transizione completa al free to play sembra essere ancora fuori discussione, almeno per ora. Ecco perchè sono stati introdotti i tokens, dei gettoni che permettono di partecipare senza abbonamento a coloro che hanno meno tempo per giocare ma sono comunque disposti a spendere dei soldi. Acquistare i gettoni con denaro reale permette inoltre di rivenderli in cambio di oro in-game, possibilità che per alcuni potrebbe risultare interessante.

Negli Stati Uniti la domanda di tokens è abbastanza esigua per ora, il che ha fatto rapidamente calare il prezzo in oro dei gettoni. Tuttavia, ci vorrà probabilmente del tempo affinché il valore di mercato si stabilizzi e permetta di comprendere se il sistema funziona oppure no. Se tale strategia non avrà l’effetto desiderato o la domanda nel tempo continuerà a calare, Blizzard dovrà inventarsi qualcos’altro per attirare nuovi giocatori.

Il passaggio al free to play o buy to play continua a essere escluso dalla società. Ciò però non toglie le speranze a coloro che, ormai da anni, attendono che anche il più celebre MMORPG di tutti i tempi venga finalmente trasformato in un gioco liberamente accessibile. Chissà, magari un giorno succederà davvero e Blizzard sarà così soddisfatta da pentirsi di non averlo fatto prima. Ma queste sono solo speculazioni… per ora. 😉

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.