Giochi di carte collezionabili da non perdere (estate 2017)

Il mercato dei GDC propone sempre piacevoli sorprese e gli sviluppatori di MMO free to play non sembrano voler rallentare il rilascio di nuovi progetti, motivo per cui negli ultimi mesi abbiamo testato e analizzato diversi titoli interessanti.

Quest’oggi andremo a elencare quattro giochi particolarmente promettenti, riproponendo le relative anteprime.

Anteprime giochi di carte collezionabili

Duelyst

Counterplay Games ha rilasciato un gioco con oltre 400 schede collezionabili ed elementi riconducibili al genere RTS, un’esperienza che pone come obiettivo quello di eliminare il Generale avversario dopo aver sconfitto le truppe che gli fanno da scudo. I mazzi sono composti da 40 carte suddivise in creature, artefatti e incantesimi, mentre ogni Generale è rappresentato da un eroe con 25 punti salute a disposizione. Il comparto grafico è artisticamente originale e di qualità, con personaggi che ricordano lo stile dei giochi di ruolo giapponesi.

Hand of the Gods: Smite Tactics

Una sorta di spin-off di Smite, noto MOBA free to play sviluppato da Hi-Rez dal quale prende ispirazione in fatto di personaggi ma si discosta a livello di struttura e gameplay, prendendo spunto da Hearthstone per quanto riguarda le carte e da Duelyst in termini di strategie di posizionamento sul campo di battaglia. Il tutto animato dal motore Unreal Engine 4, uno dei migliori su piazza. Nel complesso le potenzialità sono grandi, ma il lavoro da fare è ancora molto.

Shardbound

Spiritwalk Games ha preso ispirazione dalla struttura meccanica e dal modello economico di Duelyst per attirare l’attenzione degli appassionati di CCG e RTS, cercando al contempo di colmare le lacune mostrate dalla concorrenza. Il sistema di combattimento a turni è lo stesso visto in altri titoli come Duelyst e Faeria, per cui due giocatori si contendono un campo di battaglia suddiviso in esagoni. Anche qui viene utilizzato il motore Unreal Engine 4, ma trattandosi di un progetto ancora in sviluppo i dettagli scarseggiano.

Gwent

Come non citare il progetto di CD Projekt, un gioco in open beta basato sugli scontri tra unità capitanate da un eroe e caratterizzato dalla presenza di cinque fazioni, un CCG concettualmente classico ma molto discusso e atteso in quanto nato all’interno del celebre The Witcher 3 ed estrapolato per diventare un gioco free to play. In termini strutturali non è cambiato molto rispetto al mini-gioco che i fan della serie sicuramente ricorderanno, ma i nuovi effetti alle carte ne hanno ampliato a dismisura l’aspetto strategico e pokeristico. Infine il comparto grafico è piuttosto semplice ma pulito e piacevole, complici gli effetti atmosferici ben riusciti e le illustrazioni eccellenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i browser game?
Hai già provato

Vikings: War of Clans?

Vikings: War Of Clans è un browser game di strategia in italiano caratterizzato da un comparto grafico di qualità e da un gameplay approfondito. Lo scopo del gioco è quello di vestire i panni di uno Jarl, costruire un villaggio di vichinghi e guidare un potente eroe al fianco dell'esercito.