Il free to play non è pay to win

Non so di preciso quando nacque il termine free to play, ma quel che è certo è che con gli anni ha saputo guadagnarsi un’innegabile popolarità e uno spazio importante nel mercato videoludico. Tale crescita non è stata per niente facile, tra lo scetticismo dei giocatori più hardcore e le critiche di coloro che ancora oggi tendono a etichettare questo genere di giochi come pay to win. Come per ogni nuovo prodotto ci sono stati ostacoli e passi falsi da parte di alcuni sviluppatori, ma ad oggi possiamo tranquillamente affermare che gli F2P sono molto più accettati e apprezzati rispetto al passato. Se le community di alcuni giochi free to play continuano a crescere è perchè ci sono aziende che hanno saputo trovare il giusto compromesso, offrendo intrattenimenti gratuiti capaci allo stesso tempo di sostenersi economicamente.

PlanetSide 2, DOTA 2, League of Legends, Team Fortress 2, Hearthstone e Age of Conan, per esempio, sono titoli di alta qualità che per essere giocati non richiedono alcun tipo di pagamento. Ogni partecipante può scegliere di spendere il proprio denaro per acquistare alcuni elementi e vantaggi in-game, ma non c’è nessun meccanismo negativo che li obbliga a farlo. Detto questo, cosa è cambiato dai primi tempi del free to play ad oggi? Di certo la situazione è migliorata, come dimostrano i giochi di cui andremo a parlare in questo articolo.

Elementi cosmetici

Eroi DOTA 2

Nel settore degli sparatutto troviamo un titolo alquanto popolare, che nonostante gli anni continua a divertire milioni di giocatori provenienti da ogni parte del mondo. Stiamo parlando di Team Fortress 2, uno sparatutto in italiano completamente gratuito. Il suo flusso di entrate dipende unicamente dall’acquisto di elementi cosmetici per personalizzare i personaggi, come ad esempio cappelli o altri indumenti. Per quanto riguarda invece i MOBA, troviamo lo splendido DOTA 2 che incoraggia i giocatori a far parte della community di designer. I partecipanti possono infatti realizzare e caricare le loro creazioni, le quali possono poi essere acquistate dagli utenti per personalizzare gli eroi presenti nel gioco. Valve, l’azienda sviluppatrice del titolo, condivide inoltre parte dei guadagni provenienti dalle vendite con i creatori degli elementi venduti, il che incentiva ulteriormente i designer più esperti a creare nuovi set per rendere unici i personaggi giocabili. Il tutto senza alterare le meccaniche di gioco, il gameplay o le abilità dei giocatori durante le partite.

Contenuti secondari

Catwoman DC Universe

DC Universe Online è l’unico MMORPG free to play di successo per console. I giocatori possono creare il proprio personaggio e personalizzarlo, viaggiare nella grande Metropolis e combattere al fianco di Batman, partecipare ai raid, completare le quest e ricevere ricompense di vario genere. Gli equipaggiamenti più potenti possono essere acquistati con la moneta guadagnata in gioco, mentre non è possibile ottenerli pagando con soldi veri. Il mondo virtuale non fa alcuna distinzione tra giocatori paganti e coloro che hanno deciso di giocare gratuitamente. Solo alcuni contenuti aggiuntivi devono essere acquistati per poter essere scaricati, ma nessuno di questi influisce sul gameplay o la progressione all’interno della trama principale. Gli utenti che acquistano i DLC ottengono soltanto alcuni vantaggi, come l’ampliamento degli slot per la creazione dei personaggi, la precedenza nella coda durante il login e un portafoglio più ampio (non necessario per acquistare equipaggiamenti).

Oggetti sbloccabili

Hearthstone

Hearthstone è il nuovo e coinvolgente gioco di carte collezionabili offerto da Blizzard, incentrato sulla creazione di mazzi di carte e sui combattimenti tra giocatori. Non ci sono carte magiche o più potenti che si possono acquistare, a differenza di quanto accadrebbe in uno squallido pay to win. Completando le attività quotidiane e vincendo le partite, i giocatori possono vincere l’oro necessario per comprare nuove buste contenti carte da schierare in battaglia. Coloro che invece non hanno la pazienza o il tempo per accumulare la valuta necessaria, possono optare per l’acquisto con soldi veri. Ogni confezione contiene una selezione casuale di cinque carte con nessun trattamento preferenziale per i giocatori che pagano con moneta reale. Anche se un giocatore acquista 100 buste, può essere comunque battuto da un altro utente che utilizza unicamente le carte di partenza.

La situazione attuale nel settore dei giochi free to play

giochi mmo free to play

Ancora oggi ci sono dei terribili giochi F2P, dei titoli che mirano quasi unicamente a svuotare i portafogli dei giocatori spingendoli in ogni modo a compiere una spesa. Le microtransazioni, ad esempio in alcuni giochi mobile, permettono senza troppi sforzi di progredire velocemente, superare livelli difficili, acquistare potenziamenti ed eliminare i tempi di attesa per le costruzioni o i potenziamenti. Spesso in questi giochi all’inizio è facile giocare gratuitamente, ma col tempo la progressione diventa talmente lenta e ostica che senza l’acquisto di valuta premium diventa difficile competere con coloro che hanno deciso di investire soldi veri. Questi titoli continueranno a inondare il mercato fino a quando le persone saranno disposti a pagare le tangenti imposte dagli sviluppatori.

Come in ogni settore, ci sono cose buone e cose meno buone. La presenza di giochi dalle politiche scorrette non deve però far si che l’intero genere free to play venga condannato, in quanto non bisogna dimenticarsi degli innumerevoli MMO di qualità che offrono esperienze di gioco complete ed equilibrate senza richiedere un solo centesimo.

Il free to play non è pay to win, e i giochi appartenenti a questo settore non sono da evitare. Se fatti correttamente, gli MMO F2P possono offrire ore di divertimento senza alcun costo. In questo articolo abbiamo visto molti esempi che dimostrano come gli sviluppatori possano far bene senza incorrere in un fallimento, il che mi auguro potrà ispirare l’intero mercato e spingere le aziende a creare giochi sempre più corretti nei confronti dei giocatori.

1 Commento

  1. beh alcune volte lo è

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.