The War Z: intervistato il produttore esecutivo

In un’intervista rilasciata dal produttore esecutivo di The War Z, Sergey Titov, si è parlato molto del gioco in generale e di come tutto non ruoti unicamente attorno al fattore “zombie”. Tra gli aspetti più importanti, egli ritiene ci sia la libertà di esplorazione in un mondo aperto e la libertà di utilizzare gli strumenti presenti al suo interno, caratteristiche che permettono al giocatore di creare un proprio stile di gioco.

Alcuni utenti preferiscono giocare da “lupo solitario”, esplorando la mappa e cercando oggetti, evitando gli altri giocatori ed optando per il solo coinvolgimento degli zombie. Altri preferiscono il PvP, ovvero collaborare con altri gruppi di giocatori e dando vita a scontri di grandi dimensioni. In entrambi i casi il gioco presenta il suo fascino.

Si è poi passato a parlare di nuovi contenuti, la nuova mappa Colorado, il futuro sistema di personalizzazione dei personaggi, la possibilità di formare clan tra giocatori e persino del servizio clienti in fase di miglioramento.

Informazioni salienti estratte dall’intervista

Personaggio-The-War-Z

Per quanto riguarda i nuovi contenuti, Sergey Titov spiega che Colorado è un nome in codice per il primo mondo di gioco/mappa. Hanno da poco aperto tutte le aree dello scenario, e nel mese prossimo verranno aggiunti dettagli interessanti. Attualmente si sa soltanto che saranno presenti due nuove grandi città esplorabili con enormi grattacieli. Insieme all’aggiornamento dei contenuti, gli sviluppatori hanno lanciato anche la versione iniziale del sistema dei clan, e in base ai feedback della community renderanno tale funzionalità più flessibile e adatta alle esigenze dei giocatori. Il passo successivo, sul quale stanno lavorando attualmente, è l’aggiunta di un sistema che permetta di personalizzare il proprio personaggio di gioco.

Alla domanda circa i principali insegnamenti appresi nella fase Alpha del gioco, Sergey Titov ha risposto di aver incontrato i problemi tipici che si presentano nei giochi online più popolari al momento del lancio, ma sono comunque riusciti a gestirli tutti. Nelle ultime due settimane, hanno cambiato molto a livello di infrastruttura e backend, portando una nuova generazione di anti-hacking e modificando le priorità di sviluppo, ovvero focalizzandosi sulle funzionalità che i giocatori vogliono davvero.

Zombie-The-War-Z

Altre preoccupazioni si rivolgono verso il servizio clienti. Sergey Titov e il suo team stanno chiedendo ai giocatori cosa piace del servizio e cosa vorrebbero cambiare. Finora sono stati raccolti dati che mostrano un livello di soddisfazione dell’87% circa. Tuttavia, ci sono alcuni giocatori che mostrano insoddisfazione per il servizio clienti della community, e Sergey Titov è d’accordo sull’idea che queste lamentele debbano essere prese in considerazione. Continueranno quindi a chiedere opinioni ai giocatori e ad agire di conseguenza. Infine, gli sviluppatori stanno lanciando quella che chiamano “Foundation Release”, la quale il 17 dicembre metterà ufficialmente fine alla fase Beta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono gli sparatutto?
Hai già provato

S.K.I.L.L. 2?

S.K.I.L.L. - Special Force 2 è uno sparatutto militare completamente tradotto e doppiato in italiano, un titolo intuitivo e immediato che permette di lanciarsi sul campo di battaglia armati fino ai denti.