Kabod Online – Recensione

Kabod Online è un MMORPG fantasy in 3D adatto ad un pubblico adulto, caratterizzato da una particolare violenza e da alcune scene di nudo. Un titolo che sotto questo aspetto si avvicina un po’ allo stile di Age of Conan, con violenza in abbondanza e un contesto pensato per un pubblico maturo.

Al di la di queste caratteristiche, Kabod si presenta come un tradizionale MMORPG fantasy coreano, dove però i combattimenti PvP sono aperti, il che significa che raggiunto un certo livello i giocatori possono attaccare ed esser attaccati quasi ovunque, oltre a poter rubare gli oggetti altrui persino agli NPC.

Creazione del personaggio e primi passi

Inizieremo con la solita creazione del personaggio, optando fra una delle tre differenti classi e personalizzando, seppur minimamente, l’aspetto del nostro eroe. Attualmente la possibilità di personalizzazione risulta davvero minima, con un editor che permette di scegliere fra una manciata di visi preimpostati e tagli di capelli. Le tre classi sono Knight, Mage e Rogue, ognuna delle quali è disponibile sia in versione maschile che femminile.

Terminata la creazione del personaggio inizierai l’avventura all’interno di un villaggio, dove conoscerai i primi NPC e porterai a termine le prime quest. Come in ogni gioco di ruolo, purtroppo anche in Kabod gli obiettivi delle missioni si ripetono all’infinito, non presentando nulla di nuovo ed intrigante. Passerai dal dover riferire un messaggio ad un determinato NPC, al dover uccidere un tot di creature di una determinata razza, per poi infine dover raccogliere alcuni specifici oggetti dalle carcasse nemiche.

Un grinding senza fine per livellare il personaggio e sbloccare nuove missioni, guadagnare tanti soldi ed acquistare armature, armi ed equipaggiamenti sempre più potenti. I tempi richiesti per salire di livello sembreranno interminabili, tant’è che per raggiungere il decimo livello potrà volerci più di un’ora. Infine, completate le quest di una determinata zona e raggiunto un buon livello, potrai affrontare le missioni di quella successiva e combattere contro nuove creature sempre più potenti.

Gameplay

Il classico gioco di ruolo, con combattimenti statici ed automatici. Il tutto è accompagnato da animazioni e movimenti ben riprodotti, anche se alla lunga ripetitivi e monotoni. Per passare da una zona all’altra e per raggiungere le creature da uccidere, o per ritornare dagli NPC a riscuotere le ricompense, dovrai camminare allo sfinimento, attraversando più e più volte enormi distese già viste e riviste. Le ricompense in termine di oro non saranno poi così cospicue, tant’è che per poter acquistare un equipaggiamento decente dovrai aspettare parecchio tempo. In caso di morte, il personaggio tornerà in vita presso il villaggio più vicino, mentre i nemici effettueranno il respawn rapidamente e sempre nello stesso punto prefissato per ognuno di loro.

L’assenza del “pilota automatico” che ormai viene introdotto nella gran parte dei giochi di ruolo, e che permette al giocatore di far camminare automaticamente il personaggio verso le zone dove completare le missioni o ritirare le ricompense, mi ha permesso di rivivere quel piacere dell’esplorazione che mancava da un po’ di tempo. Il dover essere obbligato a cercare nella mappa la zona adatta ad uccidere le creature che cerchi, e il dover poi rintracciare gli NPC per concludere le missioni, spingono il giocatore ad una più profonda immersione ed impegno, dando anche maggiori soddisfazioni ad obiettivo raggiunto.

L’assenza dei soliti automatismi, in abbinamento ai tempi biblici di livellamento, rendono Kabod molto impegnativo anche per i veterani degli MMORPG, stimolando quindi anche i più esigenti in termini di complessità di gioco. Nessuna cavalcatura iniziale pronta ad aiutarti e velocizzare l’esplorazione, ne tanto meno abilità magiche e potenti con le quali far fuori velocemente anche il nemico più resistente. Per un bel pezzo dovrai far affidamento solo sulla tua pazienza e perseveranza, per poi raccogliere i frutti nel lungo periodo, quando finalmente disporrai di potenti abilità e potrai acquistare bellissime e veloci cavalcature.

Grafica e ambientazione

Graficamente sopra la media, sopratutto se consideriamo il fatto che ultimamente continuano ad uscire giochi di ruolo con comparti grafici a dir poco penosi. I modelli poligonali son ben disegnati e il dettaglio delle texture è nel complesso più che sufficiente, anche se certi elementi son stati trascurati. I personaggi, così come la gran parte delle creature, degli NPC, degli ambienti e degli elementi ambientali, sono stati curati piuttosto bene, garantendo un risultato grafico nel complesso soddisfacente e all’altezza delle aspettative.

Le creature inizialmente saranno rappresentate dai soliti animali della foresta come lupi e cinghiali, ma col tempo lasceranno spazio a nemici più interessanti ed originali, alle volte persino organizzati ed equipaggiati con armi ed armature. A livello di effetti grafici, le luci e le animazioni utilizzate durante i combattimenti risultano piacevoli, dando quel tocco in più di dinamicità ad un gameplay altrimenti statico e caratterizzato da scontri automatici e poco interessanti. Anche il coordinamento degli arti durante i movimenti risulta molto fluido e realistico, evitando quei fastidiosi spostamenti da robot tipici dei titoli più scadenti.

Gli ambienti sono molto vasti, e sebbene da una parte possa esser visto come un’ottima scelta, dall’altra fa un po’ pesare l’assenza di automatismi e l’obbligo di dover camminare per interminabili minuti prima e dopo il completamento di ogni missione. Gli elementi ambientali sono vari e ben distribuiti, pertanto riescono a ricreare un’atmosfera naturale e credibile, senza mostrare errori grossolani capaci di far storcere il naso.

Conclusioni

Kabod rappresenta una buona alternativa alla mole di MMORPG spazzatura presente in rete, mostrando un comparto grafico più che sufficiente e basato su di uno stile mirato ad un pubblico maturo. L’assenza di quello che tendo a definire “pilota automatico” e che spesso rende il gioco scontato, noioso e banale, rende l’esplorazione e la progressione di gioco molto più immersiva ed impegnativa, donando maggiore soddisfazione durante l’avanzamento e facendo sudare ogni tappa raggiunta.

Livellare non è semplice e i nemici non sono certo docili come spesso capita in altri giochi per bambini, le cavalcature costano carissime e gli equipaggiamenti sono davvero difficili da droppare o acquistare. Insomma, un gioco di ruolo adatto ai giocatori più seri e pazienti, in cerca di un’avventura duratura e difficile, da affrontare senza l’aiuto di babysitter che ti dicono cosa fare o automatismi che guidano automaticamente il personaggio nelle zone d’azione.

  • Grafica più che sufficiente, con modelli poligonali all’altezza delle aspettative e un dettaglio delle texture il più delle volte soddisfacente.
  • Gameplay classico di ogni gioco di ruolo vecchio stampo, con combattimenti automatici e senza il bisogno dell’intervento del giocatore se non per l’attivazione delle abilità.
  • Comparto audio un po’ fastidioso, con una colonna sonora eccessivamente ripetitiva e snervante. Gli effetti sonori durante i combattimenti risultano ben contestualizzati, mentre in altri contesti tendono a ripetersi banalmente utilizzando suoni insipidi o fastidiosi.
Tuo Voto
0

Pro

  • ...

Contro

  • Scarsa personalizzazione del personaggio
  • Quest ripetitive
  • Bisogna camminare molto
7

Buono

Grafica - 7
Giocabilità - 8
Originalità - 6

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.