War of the Immortals – Recensione

Perfect World ha rilasciato ufficialmente War of the Immortals, il nuovo MMORPG free to play da molti paragonato al famosissimo Diablo III. Ambientato in un mondo fantasy invaso da mostri e creature malefiche di ogni tipo, ci ritroveremo con il nostro eroe a dover affrontare pericoli sempre più difficili da superare e nemici sempre più forti da uccidere.

Probabilmente ti chiederai quali sono le novità davvero uniche ed originali, messe in evidenza da questo titolo per discostarsi dall’ormai sfilza di cloni presenti nel settore degli MMORPG. Personalmente non saprei risponderti. Purtroppo, per quanto ad ogni nuovo gioco in uscita sia motivato e speranzoso di testarlo alla ricerca di novità degne di nota, non posso nascondere che la gran parte delle volte il test si conclude con una triste delusione. Considerazioni personali a parte, potrai certamente farti un’idea migliore dopo aver letto la recensione.

Personaggio, classi e primi passi

Al momento della creazione del personaggio, un breve editor ci permetterà di personalizzare il nostro carattere, seppur con pochissime opzioni disponibili. Scelto il modello facciale preferito, il taglio dei capelli, il nome, il segno zodiacale e l’avatar, potremo optare per la classe maggiormente adatta alle nostre esigenze.

Classi:

  • Berzerker
  • Champion
  • Duelist
  • Enchantress
  • Heretic
  • Magus
  • Ranger
  • Slayer

Ogni classe si differenzia dalle altre per via di particolari specializzazioni, le quali vedremo meglio all’interno della guida alle classi di War of the Immortals. Effettuate tutte le scelte necessarie, inizieremo l’avventura mal equipaggiati ed inesperti. Seguendo le prime quest riusciremo ad ottenere alcuni indumenti e le prime armi, oltre a guadagnare esperienza e salire di livello. Le skill (abilità) si sbloccheranno automaticamente con il progredire dei livelli, e ci verranno segnalate sullo schermo al momento dell’acquisizione.

Tra le altre cose che potremo ottenere proseguendo nell’avventura, ci saranno cavalcature particolarmente curate e dall’effetto scenico notevole, oltre a speciali pet “catturabili”, i quali combatteranno al nostro fianco guadagnando anch’essi esperienza utile a salire di livello e migliorare le proprie capacità.

Gameplay

Un hack and slash con le classiche dinamiche di un MMORPG, ovvero un punta e clicca unito all’immancabile sistema di grinding sfrenato che ci permetterà di salire di livello e raggiungere gli apici del gioco. Potremo accontentarci del mouse per far tutto quello che ci serve, anche se l’utilizzo dei tasti di scelta rapida sulla tastiera semplificheranno la navigazione tra le interfacce e ci permetteranno di comunicare tramite la chat. Lo scopo delle quest altro non sarà se non quello di uccidere un determinato numero di mob, raccogliere determinati oggetti o semplicemente recapitare un messaggio ad uno specifico NPC. Gli automatismi più estremi non mancano, così come un po’ in tutti i giochi di ruolo rilasciati ultimamente. Basterà infatti cliccare sul nome della quest, in alto sulla sinistra dello schermo, per far muovere automaticamente il nostro personaggio verso la zona in cui dovremo compiere la missione. Stessa cosa per tornare dall’NPC e riscuotere la ricompensa.

Livellare non sarà poi così difficile, almeno inizialmente. I primi 20 livelli si raggiungono in una ventina di minuti, mentre i 10 successivi potranno richiederne una quindicina. Ovviamente più andremo avanti maggiore sarà il tempo richiesto, ma quel che non muterà particolarmente sarà la difficoltà con cui potremo abbattere il nemico, la quale risulterà pressochè nulla. Spesso basterà una breve serie di colpi per metter KO un bersaglio, mentre nei casi limite sarà solo questione di impiegare più tempo. Sarà alquanto raro vedere il livello di salute del nostro personaggio scendere drasticamente durante uno scontro, anche affrontando un gigantesco e temile boss di fine dungeon.

Insomma, per parecchio tempo non avremo nulla da temere e potremo progredire quasi ad occhi chiusi. Non a caso capiterà spesso di ritrovarsi con decine di nemici addosso, contemporaneamente, i quali potremo uccidere senza troppo sforzo e senza perdere troppi punti HP. Ad aiutarci avremo inoltre un simpatico pet che avremo catturato a seguito di una specifica quest, il quale combatterà, guadagnerà esperienza e salirà di livello con lo stesso sistema del nostro eroe.

Livellando sbloccheremo oltre alle skill anche dei punti abilità, i quali andranno distribuiti fra le varie caratteristiche dell’eroe e del pet. Sarà nostro compito amministrarli e far crescere i nostri combattenti come riterremo più opportuno. Un giocatore molto forte ma privo di difesa o viceversa ben corazzato ma senza forza per nuocere al nemico, potrà trovarsi in difficoltà una volta raggiunti alti livelli, nei quali con un personaggio male equilibrato diverrà facile preda di boss o altri giocatori negli scontri PvP.

Grafica e ambientazione

Un comparto grafico tipico di un hack and slash, che ci mostra il mondo fantasy di War of the Immortals con una visuale isometrica in terza persona, non permettendoci però di orientare la telecamera con una maggiore inclinazione verso il cielo. Oltre allo zoom con il quale potremo avvicinarci o meno al personaggio, ci sarà concesso solamente di ruotare la visuale per guardarci attorno, ma senza poter aggiustare l’inclinazione della visuale. Una scelta a mio avviso piuttosto limitante, che non ci permetterà di godere appieno dell’ambiente e in alcune circostanze urterà la nostra volontà di gestire il campo visivo.

I modelli poligonali con i quali son stati realizzati i personaggi e gli NPC non sono poi così originali, mentre devo ammettere che non mi sono dispiaciute le scelte fatte in quanto a varietà di mob esistenti. Sia che si tratti di boss finali che di grandi creature o semplici mob, noteremo una vasta diversità di nemici spesso ben caratterizzati e particolareggiati, alcuni con forme tipicamente fantasy, mentre altre riconducibili a generi animali in qualche modo modificati. Il dettaglio delle texture purtroppo non è dei migliori, ma non delude comunque le aspettative se si guarda il gioco dal punto di vista di un hack and slash.

Le ambientazioni tenebrose e catastrofiche, ci riportano in un mondo chiaramente infestato da creature malefiche e distrutto dalle malvagità che hanno potuto compiere. La poca vegetazione presente non spiccherà certo come in altri MMORPG tipicamente colorati e verdeggianti, ne tanto meno il sole abbaglierà la nostra vista mentre saremo liberi di scorrazzare su una bellissima spiaggia. Vedremo sopratutto buio e distruzione, terreni frastagliati e acqua fetide, mostri affamati ed epiche creature sia buone che cattive.

Conclusioni

War of the Immortals è attualmente uno dei pochi MMORPG hack and slash free to play, dopo il tentativo di Mythos di imporsi sul mercato, fallito miseramente in breve tempo. Seppur non introduca novità di alto rilievo, non presenta grossolane imprecisioni tecniche ne manca di elementi fondamentali per un gioco di ruolo. La scarsa concorrenza in un certo senso lo favorisce, dandogli maggior attenzione e possibilità di esser provato dagli appassionati dell’hack and slash.

  • Grafica qualitativamente di poco superiore alla sufficienza, ma che raggiunte il sette in pagella grazie alla varietà di modelli poligonali utilizzati per la realizzazione di mob e boss. Nonostante la castrata regolazione della telecamera faccia storcere un po’ il naso, nel complesso si adatta bene al genere che riveste.
  • Gameplay punta e clicca basato sostanzialmente sul grinding sfrenato, accompagnato dagli ormai classici automatismi che permettono anche ai più pigri di progredire velocemente.
  • Comparto audio un po’ anonimo, quasi non si noterebbe se non per gli esordienti effetti sonori che puntualmente si presentano (sempre uguali) ad ogni quest completata o livello raggiunto.
Tuo Voto
0

Pro

  • Hack and slash
  • Livello di difficoltà alla portata di tutti
  • Superba varietà di mob e boss

Contro

  • Graficamente migliorabile
  • Visuale non sufficientemente personalizzabile
  • Il solito grind sfrenato
7

Buono

Grafica - 7
Giocabilità - 7
Originalità - 7

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.