Space Wars: Interstellar Empires

Strategia
Segui
                     

Space Wars: anteprima del nuovo gioco MMO di strategia spaziale

Dagli sviluppatori del discreto Pox Nora arriva un altro strategico free to play, stavolta in veste di MMO spaziale, dal pomposo nome di Space Wars: Interstellar Empires. Si tratta di un progetto ambizioso appena rilasciato in accesso anticipato su Steam che mira ad offrire esplorazioni, combattimenti, commercio e altre interazioni tra giocatori online rigorosamente a bordo delle proprie navi, all’interno di un’ampia porzione di Universo.

Costruire un titolo del genere richiede però un impegno e un dispendio di risorse notevoli, specie per un piccolo team indipendente come Desert Owl Games. Avranno saputo cavarsela lo stesso? Scopriamolo insieme.

Anteprima di gioco

Space Wars usa un approccio molto particolare alla formula degli MMO spaziali, e lo fa con un sistema di turni che ricorda da vicino quello di un gioco da tavolo (alcuni lo paragonerebbero agli scacchi) dove pianificazione e posizionamento contano in modo significativo. Va da sé che le meccaniche siano dotate di grande profondità e possano scoraggiare gli utenti non avvezzi a tale tipologia di prodotti. Fortunatamente il tutorial introduttivo svolge un ottimo lavoro nell’esplicare passo passo le basi del gameplay e della gestione di nave e personaggio. Ci aspettiamo che venga presto aggiunta anche una sezione con suggerimenti avanzati, così da evitare la necessità delle ricerche su siti e forum dedicati da parte degli utenti.

In linea di massima, comunque, chi ha già un minimo di esperienza con il genere non si troverà affatto spiazzato. La filosofia di progressione e organizzazione dell’Universo segue grosso modo quanto visto in Eve Online, differenziandosi più che altro nella componente turn based dei combattimenti e nel focus gestionale sulle singole parti della nave. I giocatori sono liberi di esplorare i molteplici settori galattici, formare squadre e attaccare le basi nemiche, siano esse di proprietà di altri utenti o dell’intelligenza artificiale. Le ricompense variano a seconda del grado di difficoltà della missione e garantiscono sia nuove navi che upgrade per quelle possedute.

Riguardo alla direzione che prenderà il modello economico non sappiamo ancora granché. Di certo gli sviluppatori sembrano poco inclini a voler intraprendere la strada del pay to win, infatti lo shop contiene solo elementi cosmetici (avatar, decalcomanie, skin) e l’opzione per ridistribuire i punti abilità assegnati ai piloti, che influiscono sulle statistiche e sull’armamentario a disposizione. Almeno per il momento, dunque, abbiamo tra le mani un vero free to play e ci auguriamo che rimanga tale anche negli anni a venire.

Grafica e gameplay

Space Wars, come gran parte degli strategici, non fa del comparto grafico il suo cavallo di battaglia. Il mondo di gioco è frazionato in esagoni e gli elementi su schermo non mostrano un livello di dettaglio in grado di permettere l’immersione desiderata. È tutto molto piatto e schematico, probabilmente per rendere meno caotici i campi di battaglia, però anche l’occhio vuole la sua parte e almeno navi, effetti particellari, pianeti e basi potrebbero essere rifiniti meglio.

Il gameplay si divide in due fasi: roaming e battaglia. Nella prima avremo la possibilità di vagare liberamente nella zona selezionata, interagendo con ambiente e giocatori. Nella seconda il sistema di movimento diventa a turni e compiere qualsiasi azione, compreso muoversi di casella in casella, costerà un certo ammontare di punti detti Initiative Points. È possibile investirli in ogni componente delle navi, ovvero armi, scudi, sensori e carburante. Ciò riveste un’importanza fondamentale nell’economia degli scontri, in quanto già la semplice individuazione di un nemico nelle vicinanze passa dall’assegnazione di punti Initiative, nello specifico ai radar dell’astronave. Niente viene lasciato al caso e il giocatore controlla praticamente ogni minimo dettaglio del proprio mezzo, cosa che abbiamo oltremodo apprezzato.

C’è tuttavia un problema di fondo, e impatta piuttosto pesantemente sulla fruibilità del titolo. I combattimenti prevedono turni costituiti da una fase in cui si decide come spendere i punti e un’altra destinata alla risoluzione delle manovre pianificate in precedenza. Niente da obiettare su questo. Le criticità subentrano a causa della lunghezza eccessiva di ciascun turno e dalla lentezza cronica delle animazioni, in un processo che durante le battaglie a 10-15 giocatori diventa quasi soporifero. Una volta effettuate le dovute scelte sarà impossibile modificarle fino al prossimo turno e si verrà costretti ad attendere svariati minuti con l’eventuale morte dietro l’angolo.

Conclusioni

Allo stato attuale Space Wars: Interstellar Empires è sì uno strategico profondo ma la strabordante metodicità del suo combat system lo rende fin troppo lento e il ritmo di gioco ne risente parecchio. Per il resto c’è poco da sindacare, giacché la struttura rodata di progressione ed esplorazione gratifica senz’altro l’utente e in più non c’è traccia di elementi pay to win. Consigliamo di provarlo? Sì, ma solo se avete il tempo e la pazienza necessari a sopravvivere a degli scontri figurativamente infiniti in cui la maggior parte del tempo la si trascorre aspettando l’arrivo del proprio turno. Non ci resta che sperare in un intervento risolutivo da parte degli sviluppatori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i browser game?
Hai già provato

Vikings: War of Clans?

Vikings: War Of Clans è un browser game di strategia in italiano caratterizzato da un comparto grafico di qualità e da un gameplay approfondito. Lo scopo del gioco è quello di vestire i panni di uno Jarl, costruire un villaggio di vichinghi e guidare un potente eroe al fianco dell'esercito.