Dragon’s Prophet: passato e futuro del nuovo MMORPG

In una lettera pubblicata sul sito ufficiale di Dragon’s Prophet, Todd “Tanthor” Carson ha voluto parlare del passato e del futuro dell’ormai noto MMORPG free to play. Dopo aver dato uno sguardo agli obiettivi raggiunti nel 2013, ha rivelato qualche informazione circa i programmi previsti per il 2014.

In questo articolo andrò a tradurre e rielaborare le informazioni presenti nella lettera, per permettere anche ai giocatori italiani di saperne di più circa la storia e il futuro di questo nuovo gioco di ruolo dedicato al mondo dei draghi.

Uno sguardo al passato di Dragon’s Prophet

Addestramento drago in Dragon’s Prophet

C’è stato un inizio entusiasmante con la closed beta avviata nel mese di aprile, così come con la open beta di maggio. La partecipazione dei giocatori è stata molto apprezzata e nel corso dell’estate gli sviluppatori hanno fatto molti cambiamenti al gioco basandosi sui feedback ricevuti. Nel mese di agosto è stato così introdotto il continente Wintertide, mentre i partecipanti hanno potuto livellare fino al livello 70 prima del lancio ufficiale del gioco avvenuto alla fine di settembre. Da quel momento Dragon’s Prophet ha fatto il suo ingresso su Steam e c’è stato un grande afflusso di nuovi giocatori, mentre il level cap è stato portato a 80 ed è stata introdotta una nuova area chiamata Inartia, dove interi villaggi sono stati costruiti attorno ai resti scheletrici di antichi draghi che sono morti in un brutale conflitto.

Durante tutto l’anno, il team di sviluppo ha aggiunto contenuti per le gilde e per il PvP. Il Draconic Sanctuary ha permesso alle gilde di combattere contro dei boss in zone private, ampliando ulteriormente la possibilità di formare grandi gruppi di giocatori. Il sistema PvP ha invece introdotto le alleanze, gruppi di molteplici gilde capaci di combattere in enormi battaglie nelle isole di frontiera per il controllo delle cittadelle. In questi scontri territoriali, i vincitori possono diventare Signori di determinate isole e possono usufruire della popolazione locale per fare una buona varietà di cose. In seguito, con l’avvicinarsi dell’autunno, è stata introdotta la zona di Alentia grazie ad un aggiornamento massiccio. In Alentia i giocatori hanno potuto raggiungere il livello 90 e tentare il primo raid dungeon nel Dragonheart Temple, dove fino a 10 partecipanti possono unire le forze (con i loro draghi ovviamente) per combattere contro ben cinque boss epici.

L’anno ormai concluso ha visto inoltre l’aggiunta della Dragon Chamber, la quale permette di ospitare più di 100 draghi. C’è stato infine un evento in occasione di Halloween e un altro per le vacanze invernali, mentre nel marketplace sono stati aggiunti nuovi elementi come il Chaotic Terror, Ferocious Duality e Lord Nagafen.

I programmi per il futuro di Dragon’s Prophet

Guerra assedio Dragon’s Prophet

Nel prossimo mese verranno introdotte diverse Dragon arenas (arene del drago), mentre pochi giorni fa è stata presentata una nuova zona chiamata Olandra. Questo territorio inedito consente finalmente ai giocatori di raggiungere il livello 94, il quale garantisce l’accesso a tre nuovi dungeon. Uno di questi è stato chiamato Shrine of Handras ed è ambientato in un fantastico sottomarino.

Ci sarà poi un nuovo Dragon Evolution system che permetterà ai partecipanti di allenare i loro draghi in diversi modi, evidenziando le caratteristiche di ogni drago ed aggiungendo nuovi vantaggi. Verrà inoltre effettuata una completa revisione di ogni classe e verranno fatte delle correzioni per assicurare il massimo divertimento nelle partite di gruppo. Considerando che un gioco epico richiede un continuo miglioramento, possiamo dire che il 2014 sarà un anno affascinante per Dragon’s Prophet.

Todd “Tanthor” Carson conclude infine la lettera ringraziando i lettori, affermando che il sostegno dei giocatori è la forza principale per il loro miglioramento ed augurando a tutti un felice e gioioso 2014, sia nel mondo di Dragon’s Prophet sia nella vita reale.

Lettera ufficiale: https://www.dragonsprophetthegame.com/news/dragons-prophet-producers-letter-january

1 Commento

  1. L’ho reinstallato proprio qualche giorno fa, nei prox giorni lo provero’ un pochetto. Ma gli italiani sono pochi e sparpagliati e la lingua inglese mi frena molto ( non spikkando…)

    Rispondi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo *.

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Password Smarrita

Registrati

QUAL È IL TUO GENERE PREFERITO?

MMORPG CONSIGLIATI

SPARATUTTO CONSIGLIATI

BROWSER GAME CONSIGLIATI

Ti piacciono i giochi MMORPG?
Hai già provato

Neverwinter?

Neverwinter è un MMORPG free to play in italiano basato sul celebre Dungeons & Dragons. Il gioco offre un comparto grafico di ottima fattura, un gameplay ben progettato e una storia tanto profonda quanto avvincente. I giocatori possono inoltre creare i loro contenuti e condividerli con la community, personalizzare le cavalcature e formare delle potenti gilde con cui conquistare e costruire fortezze.